Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Cocaina, 29enne camuno arrestato dai carabinieri di Darfo

giovedì, 26 settembre 2019

Darfo – Nel corso della nottata i Carabinieri della Stazione di Darfo Boario Terme hanno tratto in arresto un giovane 29enne del luogo, incensurato, che fino a qualche settimana fa aveva lavorato come cuoco presso un ristorante della bergamasca.

cocainaSenza un motivo ben preciso aveva rassegnato le proprie dimissioni e si era licenziato. I militari lo hanno fermato per un controllo di routine in piazza Einaudi, mentre era in compagnia di alcuni amici. Durante l’identificazione il 29enne è stato tradito da un insolito e ingiustificato nervosismo, che ha spinto i Carabinieri a perquisirlo. Nelle sue tasche i militari hanno trovato tre dosi di cocaina. All’inizio il giovane ha riferito che la droga era detenuta per uso personale, ma le sue giustificazioni hanno perso credibilità quando la perquisizione è stata estesa alla sua abitazione, poco distante dal luogo ove era stato fermato.

In casa sono stati rinvenuti e sequestrati circa dieci grammi di polvere bianca, quaranta grammi di marijuana e un paio di pezzetti di hashish, oltre al kit del piccolo spacciatore, costituito da bilancino di precisione e materiale da confezionamento.

All’interno della camera da letto, ben avvolta all’interno di un imballo in cellophane, è stata recuperata una mazzetta di denaro contante, circa 3.300 euro. Il soggetto ha riferito che si trattava di soldi che era riuscito a mettere da parte dopo aver fatto dei lavoretti in nero nell’ultimo mese come elettricista.

I carabinieri, dal canto loro, ritengono invece che quei soldi siano il provento della sua attività di spaccio. Terminate le incombenze di rito il 29enne è stato arrestato. Il Giudice ha convalidato l’attività dei militari e ha disposto l’obbligo di firma presso la Stazione di Darfo Boario Terme.

CONTROLLI DEI CARABINIERI DI SALO’

I Carabinieri della Compagnia di Salò, hanno svolto durante la notte un servizio finalizzato alla prevenzione ed alla repressione del traffico di stupefacenti.

Nell’attività di controllo sono stati impiegati venti militari i quali hanno verificato oltre 60 autoveicoli e circa 150 persone. Durante il servizio, personale della Stazione di Vobarno, ha sorpreso un 58nne di origine nordafricana, ma domiciliato in zona, mentre occultava dodici dosi di cocaina pronte allo spaccio. Tratto in arresto è stato posto agli arresti domiciliari e questa mattina, sottoposto a rito direttissimo, il Giudice ha convalidato l’arresto.

Altri tre cittadini nordafricani ed un cittadino italiano, tutti tra i 25 e i 30 anni, sono stati denunciati in stato di libertà poiché sorpresi mentre spacciavano hashish, cocaina e marijuana. I clienti, quattro giovani, sono stati invece segnalati all’Autorità Amministrativa quali assuntori di sostanze stupefacenti sequestrando complessivamente 10 grammi di hashish, 4 di cocaina e 12 di marijuana.

Un 35nne italiano è stato sorpreso alla guida della sua vettura invece di stare a casa agli arresti domiciliari, per tale ragione è stato denunciato per evasione.

Una decina le contravvenzioni per violazioni a norme comportamentali del codice della strada ed una denuncia per guida in stato di ebbrezza.

RICETTAZIONE

I Carabinieri della Stazione di Concesio, al termine di attività investigativa tesa al contrasto dei reati contro il patrimonio, hanno tratto in arresto un 56nne e un 46nne della zona colti in flagranza mentre “cannibalizzavano” un autovettura oggetto di furto per ricavarne parti di ricambio. I militari hanno fatto irruzione nel capannone in uso al 56nne rinvenendo, oltre l’autovettura oggetto di furto in parte già dissezionata, anche due targhe appartenute a due autovetture denunciate rubate.

I militari hanno quindi tratto in arresto i due uomini per il reato di concorso in ricettazione. In mattina al termine dell’udienza di convalida il Giudice ha convalidato l’arresto e disposto gli arresti domiciliari.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136