Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Brescia: scippa anziana ma nella fuga rischia di annegare, salvato e arrestato dalla Polizia

lunedì, 11 maggio 2020

Brescia – Scippa anziana ma nella fuga rischia di annegare, salvato e arrestato dalla Polizia di Brescia. Nei giorni scorsi, gli agenti della Questura cittadina sono intervenuti a seguito di uno scippo individuando il soggetto e riuscendo ad arrestarlo. Il tutto è accaduto nella zona nord-ovest della città: un’anziana signora ha subito un furto con strappo da parte di un uomo vestito con abiti scuri e fuggito a bordo di una biciletta nera.

poliziaArrivata la segnalazione alla sala operativa gli agenti si sono messi subito alla ricerca del soggetto individuandolo all’interno dell’area ex Ideal Clima. L’uomo sentendosi osservato, si è dato immediatamente alla fuga tra i fabbricati abbandonati, venendo inseguito dai poliziotti. Durante la fuga, dopo aver gettato a terra un involucro trasparente, verificatosi poi contente 3 grammi di eroina, l’uomo, nel tentativo di guadagnarsi l’impunità, precipitava all’interno di una grande cisterna interrata, profonda più di tre metri, colma di acqua putrida nascosta tra la vegetazione. Una volta precipitato all’interno della profonda cisterna, l’uomo manifestava da subito l’incapacità di saper nuotare dimenandosi nell’acqua; prontamente uno degli agenti, sprezzante del pericolo e della situazione creatasi, non esitava a gettarsi in acqua per salvarlo. Nel tentativo di tenerlo a galla, il fuggitivo, sopraffatto dall’istinto di sopravvivenza, si aggrappava al poliziotto, spingendolo più volte sott’acqua.

Vista la situazione di pericolo sia per il collega che per l’arrestato, l’altro agente, con la massima rapidità afferrava il braccio dello straniero che a sua volta era finito quasi del tutto sott’acqua; permettendo cosi al collega di riprendere fiato e di uscire dalla grande cisterna interrata.

Una volta trascinato all’esterno della profonda cisterna, l’uomo tentava nuovamente di guadagnarsi la fuga, spingendo e scalciando colui che l’aveva tratto in salvo, ma gli agenti sono riusciti a contenerlo ed arrestarlo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136