Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Addio a Christo, portò l’opera The Floating Piers sul Sebino

domenica, 31 maggio 2020

Iseo – Addio a Christo. E’ morto oggi a New York la 84 anni dell’artista che nel 2016 aveva realizzato l’opera The Floating Piers che aveva rilanciato il lago d’Iseo, portandolo alla ribalta mondiale. Il cordoglio degli amministratori del Sebino e della Valle Camonica: “Lo ricorderemo per sempre per averci reso partecipi di una esperienza magnifica, camminare fluttuando sulle acque del lago d’Iseo da Sulzano fino a Montisola e da Montisola fino all’Isola di San Paolo è stata una esperienza che non ci dimenticheremo mai! Grazie per quello che hai fatto per il nostro territorio, quando vedremo il nostro lago penseremo anche a te che hai saputo valorizzarlo nel mondo“.

Sulzano ChristoL’artista Christo Vladimirov Javacheff, noto come Christo, è morto oggi per cause naturali nella sua casa a New York City. ”Christo ha vissuto al massimo la sua vita, non solo sognando ciò che sembrava impossibile ma realizzandolo. Le opere d’arte di Christo hanno riunito le persone nelle esperienze condivise in tutto il mondo, e il loro lavoro continua a vivere nei nostri cuori e nei nostri ricordi“, è il commiato all’artista famoso in tutto il mondo e il ricordo degli artisti.

maroni presidente lombardia e christo

Christo nacque il 13 giugno 1935 a Gabrovo, Bulgaria. Lasciò la Bulgaria nel 1957, prima a Praga, a Cecoslovacchia e poi fuggì a Vienna, Austria, poi si trasferì a Ginevra, Svizzera. Nel 1958, Christo andò a Parigi, incontrò Jeanne-Claude Denat de Guillebon, non solo sua moglie, ma anche compagno di vita nella creazione di opere d’arte ambientali monumentali. Jeanne-Claude morì il 18 novembre 2009. Christo ha vissuto a New York per 56 anni (nella foto Christo a destra).

LE REAZIONI

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ricorda così Christo Vladimirov Yavachev, noto al grande pubblico semplicemente come Christo, che ci ha lasciati.

“‘La bellezza, la scienza e l’arte trionfano sempre questa è la frase che spesso ripeteva Christo, il poliedrico artista contemporaneo innamorato della Lombardia. La sua opera, la sua passerella sul lago di Iseo – dice il governatore – ha permesso nel 2016 a migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo di passeggiare sul nostro lago, di guardare la nostra terra da un punto di vista diverso”.  “L’arte – conclude il governatore – non ha tempo, così come la nostra riconoscenza”.

“Christo, un artista geniale che noi lombardi abbiamo imparato a conoscere e ad amare quattro estati fa quando fece scoprire al mondo intero lo splendore del nostro lago Sebino con la sua geniale intuizione della famosa passerella sull’acqua, ‘The Floating Piers’, che ci fece scoprire l’emozione di camminare sull’acqua, di vivere la meraviglia del nostro lago in un modo sorprendente”, così Stefano Bruno Galli, assessore della Regione Lombardia all’Autonomia e alla Cultura, ricorda Christo, morto a 84 anni.

“Christo Vladimirov Yavachev – prosegue Galli – è stato anche un importante pittore e insieme alla compianta moglie Jeanne-Claude ha rivoluzionato l’arte con la sua idea innovativa di ’impacchettare’, di avvolgere opere gia’ esistenti per farcele godere in maniera inedita, da Parigi a Berlino fino alla sua New York, da Roma a Milano, dove dieci anni fa impacchetto l’imponente statua dedicata a Leonardo da Vinci”. ”Fare arte e’ scoprire, sperimentare, sorprendere, per incuriosirci ed emozionarci: Christo – conclude l’assessore regionale – è stato unico in tutto questo”.

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136