Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Nago Torbole: delitto Perrano, il marito non ricorda nulla

venerdì, 6 settembre 2019

Nago Torbole – “Non ricordo nulla”, ripete in continuazione queste parole Marco Manfrini, 50 anni, musicista, rinchiuso nel carcere di Spini Gardolo di Trento con l’accusa di aver ucciso la moglie, Eleonora Perrano (nella foto), 44 anni. L’uomo ha raccontato di non ricordare nulla di quanto accaduto nella notte e all’alba di ieri ha avvertito i carabinieri dando una versione dei fatti che ora è al vaglio.

Eleonora PerraroEra stato proprio l’uomo a lanciare l’allarme dicendo di essersi svegliato nel giardino di un locale della zona, con accanto la compagna ormai senza vita. I due, come ricostruito dai carabinieri, avevano trascorso la serata in un locale di Nago Totbole (Trento) e consumato molto alcol, poi erano rimasti nel giardino vicino alla struttura anche dopo la chiusura.

Lunedì l’interrogatorio di garanzia. Secondo quanto riferisce il suo legale, Marco Manfrini avrebbe un buco di memoria di sette ore, nel corso delle quali è accaduto qualcosa di cui non sa darsi spiegazioni. Una versione sulla quale pesa l’ammonimento verbale per maltrattamenti fatto dalla questura di Trento, quando la signora aveva dovuto rivolgersi al pronto soccorso.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136