Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Videoconferenza per il futuro dell’Euregio: “Coordinare una strategia unica per la ripartenza del turismo”

venerdì, 8 maggio 2020

Trento – Coordinamento costante del gruppo di lavoro, raccordo sulle azioni da intraprendere, strategie unitarie per le politiche turistiche dei tre territori: sono i pilastri sui quali si sta costruendo la ripartenza del settore turistico nell’Euregio, come emerso questa mattina dal confronto in videoconferenza fra i tre presidenti di Trentino, Alto Adige e Tirolo, Maurizio Fugatti, Arno Kompatscher e Günther Platter, a cui hanno partecipato anche l’assessore al turismo della provincia autonoma di Bolzano Arnold Schuler, il responsabile del dipartimento Turismo della stessa Provincia Klaus Unterweger e il direttore della Tirol Werbung (l’azienda di promozione turistica tirolese) Florian Phleps. Per il Trentino erano presenti l’assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo Roberto Failoni e il CEO di Trentino Marketing Maurizio Rossini. videoconfÈ la prima volta nella storia dell’Euregio che viene promosso un vertice dedicato esclusivamente al turismo e l’incontro in videoconferenza, proposto dal Trentino, è stato innanzi tutto occasione di uno scambio reciproco di informazioni sulla situazione attuale nei tre territori e momento di coordinamento in vista della prossima riunione del Gect Euregio, prevista per il 27 maggio a Innsbruck.

Su mandato dei tre presidenti è stato istituito un gruppo di lavoro fra le tre società di promozione turistica, che elaboreranno un progetto congiunto sul turismo nell’Euregio da presentare all’imminente Gect, assieme ad un elaborato scientifico su come affrontare l’emergenza Covid-19, mentre sono in previsione delle campagne che al momento puntano ai singoli mercati interni, in questa fase di incertezza sulla riapertura dei confini internazionali. Il gruppo di lavoro opererà nell’immediato su più fronti: il coordinamento delle informazioni e delle azioni connesse all’emergenza Covid19, con attenzione particolare alla riapertura dei confini e quindi dei flussi turistici internazionali nelle tre aree; le condizioni di riapertura della prossima stagione invernale, il coordinamento delle azioni con i principali attori territoriali e l’analisi dello sviluppo del prodotto sci per il futuro; la proposta di creazione di ulteriori eventi (nei settori dello sport, della cultura e dell’agricoltura) e le azioni di promozione dell’Euroregione, ad integrazione di quanto già avviato con il Tour of the Alps. Molti altri i temi trattati nel corso della videoconferenza, come l’importanza di promuovere il ritorno alla libera circolazione all’interno dell’Euregio, il problema della ricongiunzione transfrontaliera dei familiari e quello degli studenti trentini a Innsbruck che intendono far rientro in Italia e sui quali grava l’obbligo della quarantena. Su quest’ultimo punto il presidente Fugatti ha ricevuto rassicurazioni dal capitano del Tirolo che, ha detto, sta lavorando per la mobilità in sicurezza in contatto con il governo federale austriaco.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136