Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


UniTrento, elezioni studentesche: al voto quasi il 40%. I risultati

giovedì, 26 novembre 2020

Trento – Sono quasi quaranta su cento gli studenti e le studentesse dell’Università di Trento che tra martedì e ieri hanno dato la loro preferenza telematica per eleggere le proprie rappresentanze 2020-2022 negli organi centrali e nelle strutture accademiche (dipartimenti e centri).

Si tratta di un dato in crescita rispetto alle ultime elezioni. Nel 2018, infatti, l’affluenza era stata pari al 31,6; quest’anno l’affluenza media sulle strutture è stata del 38,13% e si è arrivati a un’affluenza del 39,81% sugli organi centrali. Le elezioni si sono tenute a sistema proporzionale ponderato con liste tra loro concorrenti. I risultati ufficiosi delle urne sono stati forniti oggi dall’Ufficio supporto organi collegiali dell’Università di Trento. La commissione elettorale li validerà il prossimo 30 novembre. Le rappresentanze elette saranno in carica per due anni a partire dalla data di nomina.

Organi centrali – Le liste votate
Per il Senato accademico la lista che ha raccolto complessivamente più voti è stata UNITiN (3268 su 6091 voti), la seconda è stata UDU Trento, la terza SIAMO UNITN, la quarta Fronte della Gioventù Comunista.

Per il Comitato paritetico per il diritto allo studio e la valorizzazione del merito la più votata è stata UNITiN (3474 su 6654 voti), la seconda è stata UDU Trento, la terza SIAMO UNITN.

Nel CdA dell’Opera Universitaria la lista più votata è stata UNITiN (3190 su 6099), la seconda UDU Trento, la terza SIAMO UNITN, la quarta Fronte della Gioventù Comunista. La Commissione sport ha visto affermarsi UNITiN (3106 su 6104), la seconda è stata UDU Trento, la terza SIAMO UNITN.

Organi centrali – Le persone elette
Nel Senato accademico le persone elette sono state Francesca Grassi (UNITiN) e Mattia Guarnerio (UDU Trento).

Per il Comitato paritetico per il diritto allo studio e la valorizzazione del merito: Angelica Piselli, Fiorella Bredariol e Giorgia Lombardi (UNITiN) e Giulia Barozzi (UDU Trento).

Nel CdA dell’Opera Universitaria entrano Edoardo Meneghini e Nahid Aliyari (UNITiN) e Claudia Sofia Scandola (UDU Trento).
Nella Commissione sport ci saranno Enrica Brugnara (UNITiN) e Federico Ravazzolo (UDU Trento).

Qualche dato
Erano 144 le cariche da rinnovare. Erano 11, infatti, le persone da eleggere negli organi centrali: Senato accademico (2 rappresentanti), Comitato paritetico per il diritto allo studio e la valorizzazione del merito (4), Cda Opera universitaria (3) e Commissione sport (2). La comunità studentesca era chiamata, inoltre, a rinnovare 133 rappresentanze nelle strutture accademiche dei propri corsi di studio (consigli di dipartimento, consigli di centro e collegi di area didattica). Le liste in corsa erano cinquanta per un numero complessivo di 265 persone. Mentre erano 16.714 gli studenti e le studentesse a comporre l’elettorato attivo (studenti e studentesse iscritti/e, in corso e fuori corso, o in attesa di laurea triennale, nell’anno accademico 2020/2021).



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136