Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Trento, Cia (Agire): “Dopo l’emergenza si restituisca ai lavoratori la domenica”

giovedì, 28 maggio 2020

Trento – Una delle tante categorie dimenticate è rappresentata dagli operatori dei supermercati, Claudio Cia (Agire per il Trentino): “Al termine dell’emergenza si restituisca ai lavoratori la domenica”.

Claudio Cia Agire 1“C’è una categoria di lavoratori che, seppur lontana dai riflettori dei media tradizionali, in questa emergenza Covid-19 ha continuato a lavorare senza tregua, garantendo un servizio essenziale anche durante il momento del picco del virus: gli operatori dei supermercati. Questi lavoratori, al pari del personale sanitario, di quello dei trasporti, della protezione civile e delle forze dell’ordine, convivono giornalmente con la paura di contrarre la malattia e di contagiare i loro familiari.

Per loro al momento – nonostante i grandi incassi realizzati nei mesi di lockdown dalla GDO – non sono previsti riconoscimenti tangibili (al di là dei ringraziamenti pubblici da parte di qualche politico, neanche molti in realtà). Al contrario, in moltissimi hanno subito le decisioni di chi, volendo aumentare l’orario di apertura del supermercato senza un’adeguata pianificazione preventiva e concordata, ha finito per frammentare la loro giornata lavorativa, con pause assolutamente insufficienti a scaricare l’ansia da contagio e a garantire un adeguato recupero psico-fisico, impedendo loro una qualsiasi pianificazione per quanto riguarda le attività familiari.

C’è però una cosa che il virus SARS-CoV-2 ci ha dimostrato, ovverosia che i consumatori – con i supermercati chiusi la domenica – sono in grado di organizzarsi per fare la spesa nei restanti sei giorni. Chi l’avrebbe mai pensato sino a pochi mesi fa? Tra l’altro – secondo alcune informazioni provenienti da fonti qualificate – pare che gli incassi del periodo “senza domeniche” siano addirittura superiori a quelli in cui gli operatori della GDO erano costretti a lavorare tutta la settimana.

Spero davvero che l’emergenza Covid-19 possa trasformarsi in un’opportunità, facendo sì che una volta che essa sarà terminata, si permetta ai lavoratori dei supermercati di godersi la domenica con le loro famiglie, magari girando tra le nostre belle montagne, invece che chiusi all’interno di qualche centro commerciale”, Claudio Cia, consigliere provinciale e segretario  politico di “Agire per il Trentino”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136