QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino: nasce il tavolo della montagna, primi appuntamenti a Predazzo e Malé

venerdì, 12 dicembre 2014

Malé – E’ nato il “tavolo della montagna”. Un patto tra Soccorso Alpino, Sat,  Guide Alpine, Associazioni Rifugi, Provincia di Trento e appassionati della montagna. ”Dobbiamo sviluppare una coscienza collettiva verso un luogo, la montagna, che va goduto, ma soprattutto rispettato”.

Con queste parole, l’assessore al turismo Michele Dallapiccola, è intervenuto alla presentazione del protocollo d’intesa con il quale è stato istituito il “Tavolo della Montagna” dove, per la prima volta, si sono formalmente riuniti tutti i soggetti che vivono e promuovono la montagna, con l’obiettivo di realizzare azioni comuni per un’efficace opeMontagna incontri della piccola 1ra di prevenzione degli infortuni e di riduzione del rischio. Ne fanno parte: Accademia della montagna, soccorso alpino, collegio delle guide alpine, Sat e l’associazione gestori rifugi. In previsione della giornata nazionale “sicuri sulla neve” che si svolgerà il 18 gennaio 2015, sono stati presentati anche tre incontri, a Predazzo, Malé e Trento, che si terranno sul territorio, dedicati agli appassionati di escursionismo, sciaplinismo e ciaspole, per riflettere in maniera consapevole sulle attività sportive della stagione che si sta aprendo.

In Trentino ogni anno vengono effettuati dagli 800 ai 1.000 interventi di soccorso, di cui il 20% rivolto agli alpinisti e circa il 60% agli escursionisti. Diventa perciò fondamentale sapersi avvicinare alla montagna e avere un approccio consapevole all’alta quota che tenga conto delle proprie capacità tecniche e fisiche, senza dimenticare che ci si muove in un terreno impervio che può presentare sempre dei potenziali pericoli. Il rischio 0 non esiste, ma la prevenzione può fare molto per ridurlo fortemente. Tuttavia, per realizzare un’efficace opera di prevenzione degli infortuni in montagna non si può agire da soli, ma è necessaria un’azione sinergica e continuativa nel tempo tra tutte le principali istituzioni rappresentative del mondo della montagna. E’ questo il senso del protocollo d’intesa con il quale è stata formalizzata la nascita del “Tavolo della Montagna” dove sono presenti: Accademia della montagna, soccorso alpino, collegio delle guide alpine, Sat e l’associazione gestori rifugi. Le azioni che saranno messe in campo non si rivolgeranno solamente agli addetti ai lavori, ma a tutti i fruitori della montagna.

“Si tratta di un’iniziativa importante – ha detto l’assessore Michele Dallapiccola – perché capace di fare sintesi fra le varie realtà che con autorevolezza operano nel mondo della montagna e perché saprà mettere in campo una prevenzione attiva, quanto mai necessaria”.

Fra le prime iniziative coordinate dal “Tavolo” l’organizzazione di tre serate sul tema “Prudenti sulla Neve” con la guida alpina Maurizio Lutzenberger, che si svolgeranno a Predazzo e a Malè il 15 ed il 18 dicembre e a Trento l’8 gennaio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136