Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Scuola, rese note le materie della maturità per 4mila studenti altoatesini

giovedì, 30 gennaio 2020

Bolzano – Il Ministero dell’istruzione ha comunicato oggi (30 gennaio) le materie oggetto degli esami di Stato per le scuole secondarie di secondo grado. Per la Provincia di Bolzano, in particolare, sono stati sentiti i rappresentanti delle tre intendenze scolastiche. I quadri di riferimento delle discipline sono stati forniti direttamente dal ministero, quindi sono uniformati a livello nazionale e attenti alle differenze di indirizzo (licei, tecnici, professionali). Nell’esame di Stato lo svolgimento della seconda prova verterà perlopiù su due discipline, con qualche eccezione, in cui viene mantenuta un’unica materia. Per quanto riguarda la scuola in lingua italiana i maturandi sono 1.250, mentre in quella tedesca sono 2.740.

Nella provincia, inoltre, gli studenti affronteranno una terza prova: quella di accertamento delle competenze di tedesco seconda lingua, materia che verrà assegnata ad un commissario esterno. Complessivamente con le tre prove scritte i candidati potranno ottenere un massimo di 40 punti, suddivisi in 15 punti per la prima e la seconda prova e 10 per la terza. Le prove si svolgeranno il 17, 18 e 19 giugno. A chiudere l’esame sarà il colloquio, il cui scopo è di verificare non solo l’apprendimento dei contenuti, ma anche la capacità di utilizzare le proprie conoscenze e di creare collegamenti, argomentando in maniera critica e personale. I candidati dovranno inoltre esporre la propria esperienza riguardante i “Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento”, esponendo una breve relazione o realizzando un elaborato multimediale. Infine, il colloquio verterà anche sulle competenze maturate nell’ambito delle attività relative a Cittadinanza e Costituzione. L’accertamento della seconda lingua, nel corso di una delle diverse fasi del colloquio, è obbligatorio. Con la prova orale gli studenti potranno ottenere un massimo di 20 punti.

Per quanto riguarda le scuole italiane le sedi degli esami di Stato sono 16, di cui 10 in istituti a carattere statale, 6 in istituti riconosciuti paritari, oltre alla scuola professionale provinciale “Einaudi” di Bolzano, sede del corso CAPES, per l’esame di Stato nella Formazione Professionale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136