Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Ponte di Legno, don Battista Dassa in cammino verso la nuova parrocchia

mercoledì, 9 settembre 2020

Ponte di Legno – E’ iniziato stamani, poco prima delle 6, il viaggio di don Battista Dassa da Ponte di Legno (Brescia) a Collio e San Colombano in Val Trompia, dove sabato 12 settembre farà l’ingresso ufficiale come parroco.

don dassaUn viaggio a tappe di quattro giorni, un cammino – sottolinea don Battista Dassa (nella credit Photo Digital Veclani) – “che segnerà il passaggio dalla Valle Camonica, dove ho svolto il mio ministero in questi 36 anni, alla Val Trompia, in particolare a Collio e San Colombano dove farò ingresso come nuovo parroco”. “Anche questo – aggiunge – è un grande segno di comunione tra la Valle Camonica e la Val Trompia”.

Stamani la partenza e a piedi raggiungerà Capo di Ponte, dove si fermerà nella casa dei suoi nonni che oggi è di proprietà dei familiari; la seconda giornata sarà da Capo di Ponte e a Bienno con tappa all’Eremo, mentre la terza giornata sarà da Bienno a malga Campolungo, la quarta giornata da Malga Campolungo a Collio e San Colombano, con l’ingresso ufficiale nelle due parrocchie.

Ingresso Collio don BattistaDon Battista Dassa il 12 settembre farà l’ingresso ufficiale come parroco a Collio e San Colombano. Ordinato sacerdote nel 1984, don Battista Dassa nel corso del suo ministero ha svolto incarichi come curato a Malonno (1984-1992); parroco ad Astrio e Pescarzo di Breno (1992-2004); parroco di Angone (2004-2014), quindi dal 2010 consulente CSI per il comitato di Valle Camonica; presbitero collaboratore a Ponte di Legno, Precasaglio e Pontagna (2014-2019) e amministratore parrocchiale di Ponte di Legno, Precasaglio e Pontagna dal settembre 2019 ad agosto 2020.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136