Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Lockdown continuo, Galli: “Natale? Preoccupiamoci di Pasqua”

venerdì, 20 novembre 2020

Brescia – La maggior parte di scienziati ed esperti danno ormai “per scontato” il proseguimento del lockdown almeno per il mese di dicembre: nonostante la catastrofe socio-economica provocata dalle restrizioni adottate, a parte un’ipotesi di tregua per la settimana centrale di dicembre per alcune attività, anche le istituzioni sembrano essere allineate su posizioni chiusuriste almeno fino al 2021 con Natale e Capodanno che ‘salterebbero’.

Ma c’è di più visto che tra gli scienziati si pensa già alla prossima Pasqua. Massimo Galli, direttore delle Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, mette in guardia dal rischio di una terza ondata: “Ci si preoccupa delle prossime feste, ma ora abbiamo il dovere di analizzare cosa succederà a Pasqua, se questa seconda ondata non verrà soppressa come si deve. Altrimenti è come fare le diete molto concentrate e poi ci si arrabbia se dopo si ingrassa un chilo alla settimana. O si riesce a trovare un mantenimento, almeno fino a quando non arriverà il vaccino, o la terza ondata è scontata”, spiega Galli nel corso di un’intervista a Open nella quale conferma dal suo punto di vista la necessità di chiusure più stringenti nei prossimi mesi.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136