Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Le disposizioni diocesane per la ripresa delle messe in provincia di Sondrio

venerdì, 15 maggio 2020

Sondrio – Rese note le disposizioni diocesane per l’attuazione delle misure previste dal protocollo per le celebrazioni liturgiche. Il Vescovo monsignor Oscar Cantoni ha ricevuto le direttive nazionali: l’inizio delle celebrazioni è fissato per lunedì 18 maggio, il prefetto di Sondrio, Salvatore Pasquariello, ha fissato il limite massimo in 200 fedeli al chiuso e 1000 fedeli all’aperto ma le restrizioni sono più specifiche.

valtellinaI posti saranno contrassegnati (anche per la preghiera) per permettere il distanziamento sociale, con la sola variazione possibili in alcuni casi di nuclei familiari. Sarà in vigore il divieto di accesso a chiunque abbia temperatura superiore a 37,5° e a chi è stato in contatto con persone positive al Covid. Obbligatorio l’igiene delle mani (anche mediante i prodotti all’interno della chiesa) e indossare apposita mascherina accuratamente posizionata.

Sarà vietato l’assembramento all’esterno degli edifici e/o sul sagrato. La raccolta delle offerte potrà essere svolta direttamente dai fedeli utilizzando le bussole predisposte. Durante la celebrazione i fedeli dovranno rimanere al proprio posto e la Comunione, per chi desiderasse riceverla, verrà distribuita direttamente nelle mani.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136