Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


La Borno Ski Area guarda all’inverno

martedì, 17 settembre 2019

Borno – Operatori della Borno Ski Area soddisfatti sull’estate, concentrati sull’inverno. “Il bilancio è positivo – le parole dell’amministratore delegato Demis Zendra-, il tempo tutto sommato ci ha voluto bene e l’affetto dimostrato dai turisti è stato tanto”. Oltre seimila i passaggi registrati su sei weekend (di giugno, luglio e settembre) e sul mese di agosto quando impianti e rifugio hanno lavorato tutti i giorni: “numeri buoni, soprattutto perchè, contrariamente alla scorsa estate, c’è stata più continuità e meno picchi di presenze e questo è positivo soprattutto per l’organizzazione del lavoro”.

Hanno contribuito a far conoscere ed apprezzare la montagna camuna i tanti eventi organizzati e tutti sold out, lo yoga in vetta con il maestro Marco Franzoni, i due appuntamenti di Alba Altissima, la giornata dedicata ai bambini e le giornate in musica che hanno spaziato dalla tradizione con il coro “Amici del canto” e la fisarmonica alla modernità con il dj. “La volontà, ancora una volta, è stata quella di accontentare e far divertire tutti, con un occhio di riguardo alle esperienze che sono state apprezzatissime”. Nei seimila passaggi vanno contati anche i biker che hanno scelto i percorsi di enduro facendosi trasportare in quota dalla seggiovia; percorsi che sono stati incrementati e migliorati rispetto all’anno scorso e che miglioreranno ancora perchè l’idea è quella di puntare sempre più sulla loro presenza nel comprensorio quando è vestito di verde. Ha contribuito a migliorare il movimento anche la seconda edizione della Monte Altissimo Sky bike a cui quest’anno è stata associata anche la gara di corsa in montagna.

Guardando all’inverno, “ci sono alcune novità in arrivo – chiude Zendra – e tanti sogni nel cassetto che speriamo riescano a spiccare il volo. La volontà è quella di puntare sempre più a destagionalizzare la montagna e come sempre sarà fondamentale il contributo e il sostegno di tutti come già ribadito nell’assemblea voluta a fine agosto per rendere partecipi del futuro anche i turisti che sempre apprezzano i nostri sforzi”.

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136