Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Itinerari estivi: il Sentiero della Maestra nel Garda Trentino

domenica, 9 agosto 2020

Riva del Garda – L’itinerario proposto per questa ultima domenica prima di ferragosto si chiama “Sentiero della Maestra”, così denominato dato che veniva percorso ogni giorno dalla maestra Ketty Tantardini Bombardelli per giungere al luogo dove insegnava. Nel Novecento infatti insegnava alla scuola elementare di Dro, ma abitava col marito nel piccolo borgo di Braila. Foto @Vitesse.

lago garda trentino turismo vitesseQuesto sentiero è percorribile tutto l’anno e pone dei panorami suggestivi nella parte nord del lago del Garda e sulle campagne della Valle Sarca.

L’itinerario è un giro ad anello con varie tappe intermedie, è lungo complessivamente 11.2 km per una durata media di 4 ore e 50 minuti, mentre se si preferisce fermarsi all’arrivo a monte sono 2 ore e 30minuti. Il dislivello che si andrà a percorrere è di 400 metri. Il sentiero da seguire è contrassegnato dal segnavia 667.

ITINERARIO

L’inizio del percorso si trova in prossimità della località Moletta, frazione di Arco, che sarà anche il luogo in cui si ritorna in discesa.

Da qui si procede prendendo il sentiero numero 667, dopo aver superato alcune case il sentiero procede in lieve salita. Dopo 45 minuti di cammino si raggiungono le Case Caproni nei pressi della Cava di oolite; questo luogo è la tappa prima di raggiungere la meta di questo percorso.

Proseguendo nel bosco, sempre osservando il segnavia si arriva ad una strada asfaltata che da questo punto in avanti si alternerà con tratti sterrati o a gradoni con la roccia, fino ad arrivare al Dosso Grande, il punto più alto.

Riprendendo il cammino in discesa nel bosco alternandolo con una strada asfaltata si raggiunge la località Braila. Continuando l’escursione si rientra nel bosco vicino alla località delle Coste del Varino, dove il sentiero prosegue con alcuni tratti da percorrere attrezzati con la corda lungo gli scalini, non è indispensabile avere l’attrezzatura da ferrata. Oltrepassando l’ultimo pezzo nel bosco e seguendo i segni rossi e bianchi si arriva alle campagne di Dro. Da qui in pochi minuti si ritorno al punto di partenza lungo la strada asfaltata.

di Chiara Panzeri



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136