Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Incontri sul futuro di Maso Spilzi a Folgaria, il programma

mercoledì, 9 ottobre 2019

Maso Spilzi – Idee e prospettive per valorizzare Maso Spilzi a Folgaria (Trento). Quattro serate per riflettere su questo argomento, a partire dall’analisi della funzione originaria dell’edificio, per passare a discutere dei possibili modi per gestirlo, insieme a realtà limitrofe come il Mulino Rella e la Segheria dei Mein. Costituiranno un utile termine di confronto alcuni ospiti invitati in quanto figure attive in realtà simili, gestite in maniera virtuosa.

Maso Spilzi FolgariaGrazie alla disponibilità dell’APT Alpe Cimbra, dell’Associazione di Promozione Sociale Maso Tezzeli e di privati proprietari, nel corso dell’estate è stata offerta la possibilità di visitare con una guida le strutture produttive poste in tre località del territorio: il Mulino Rella a Mezzomonte, nella Valle del Rosspach, il Mulino Cuel ai Cueli e la Segheria “dei Mein” a Tezzeli, entrambi nell’Oltresommo.

In una sorta di circolo virtuoso, sottolinea Stefania Schir, assessore alla Cultura del Comune di Folgaria, “risvegliare l’interesse delle persone attorno a questi tre siti ha permesso di compiere i passaggi successivi, con l’individuazione di altri luoghi simbolo della cultura cimbra, arrivando in progresso di tempo a un’estensione dell’allestimento museale di Maso Spilzi, centro nodale dell’area, vetrina anche turistica per l’Alpe Cimbra”.

In tale contesto è stato possibile organizzare dei momenti di confronto pubblico, con il sostegno fondamentale di alcune importanti realtà trentine, tra cui il Museo degli Usi e Costumi della Gente trentina di San Michele all’Adige, invitando referenti qualificati per concretizzare il progetto.

Il programma degli incontri:

Venerdì 18 ottobre
Usi e tradizioni del mondo alpino – Annibale Salsa Antropologo e profondo conoscitore delle Alpi. Segue la proiezione del documentario “I paesaggi del Trentino” di cui é protagonista e voce narrante

Venerdì 25 ottobre
Come gestire un bene da valorizzare, due realtà a confronto:
Casa de Gentili a Sanzeno – Lucia Barison coordinatrice e Walter Iori Presidente dell’Associazione GB Lampi
Castel Pergine: come vincere una scommessa impossibile – Manuela Dalmeri, Fondazione CastelPergine Onlus

Venerdì 8 novembre
Come gestire un bene da valorizzare, due realtà a confronto:
Il Castello di Avio – Alessandro Armani, responsabile della gestione operativa del Castello di Avio, bene FAI – Fondo Ambiente Italiano
Il Masetto di Terragnolo – Gianni Mittempergher, responsabile e Giulia Mirandola, area progettazione culturale e comunicazione

Venerdì 15 novembre
L’etnografia del territorio in rete. Alcuni esempi
Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina – Antonella Mott, Conservatore territoriale
Il Mulino Ruatti e la Fucina Marinelli in Val di Sole – Nicola Pedergnana, Associazione Mulino Ruatti

Tutti gli incontri si terranno alle 20.30 a Folgaria presso la Casa della Cultura



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136