Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Giornata della Memoria, appuntamenti in Valle Camonica

domenica, 26 gennaio 2020

Cevo – Proseguono gli appuntamenti in occasione della Giornata della Memoria in Valle Camonica. Fino a domani a Breno, è inoltre possibile visitare la mostra “Guerra e Shoah”, a cura dell’Associazione Nazionale Ex Internati e dell’Anpi, allestita all’istituto Tassara Ghislandi (nella foto in basso), mentre oggi  - domenica 26 gennaio – a Cevo, alle 11.45 – si svolgerà un incontro in Piazzetta della Memoria. In paese sono state inaugurate tre pietre d’inciampo, dedicate a Francesco Vincenti, Innocenzo Gozzi e Giovanni Battista Matti, deportati nel campo di concentramento di Mauthausen.

A Gianico questa sera, alle 20.45, nella sala della Biblioteca civica il professor Angelo Baffelli relazionerà su “Shoah-Il concetto di uomo dopo Auschwitz”.

Giornata memoria - DarfoDomani – lunedì 27 gennaio, alle 20:30 – nel 75° anniversario dell’apertura dei cancelli di Auschwitz, verrà raccontata la storia di alcuni ‘Testimoni di Pace e Libertà’ nella chiesa parrocchiale di Angone: sarà serata di parole e musica su “La rosa bianca, un gruppo di studenti contro il Nazismo” (locandina a lato). Dopo il saluto iniziale, gli alunni della classe quinta della scuola primaria di Angone proporranno alcune riflessioni e canti sul tema della Giornata della Memoria. Poi Anselmo Palini, autore di diversi studi e pubblicazioni sulla Rosa Bianca, racconterà la storia di questo gruppo di studenti di Monaco di Baviera che si opposero al nazismo con la forza delle loro idee, pagando tutti con la vita il proprio amore per la libertà. Per avere diffuso sei volantini e riempito il centro di Monaco di scritte contro il nazismo, vennero infatti arrestati e condannati a morte per decapitazione. Questi i loro nomi: Hans e Sophie Scholl, Willi Graf, Alexander Schmorell, Christoph Probst, Kurt Huber. Si tratta di una delle più note e affascinanti forme di resistenza al nazismo sviluppatesi in Germania.

Breno

L’intervento di Anselmo Palini verrà accompagnato da alcuni intermezzi musicali ad opera di Lucia Bianchini, di Giulia e Sara Gabossi. Dei brani tratti dai volantini dei ragazzi della Rosa Bianca saranno letti da alcuni studenti. La conclusione della serata sarà a cura del parroco di Angone, don Ennio.

Sempre domani a Grevo di Cedegolo – alle 20.30 – è infine previsto un incontro sugli Internati Militari Italiani, con Fabio Branchi, presso la Sala Polivalente.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136