QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Crisi, meno cibo nella pattumiera: a tavola tornano le ricette anti spreco

giovedì, 17 ottobre 2013

Edolo – Giornata mondiale dell’alimentazione, dalla tradizione contadina le ricette anti spreco. Dalla frittata di pasta o riso alle creme con le foglie di verdure scartate, dalle polpette di patate o di carne alle marmellate di pomodori rimasti nell’orto prima dell’inverno: sono solo alcune delle soluzioni, che con la crisi stanno tornando sulle tavole delle famiglie, per il riutilizzo degli avanzi – spiega la Coldiretti lombarda di Milano Lodi e Monza Brianza – tanto che gli italiani hanno già tagliato del 25 per cento il cibo che finisce  nella pattumiera.piatto_pizzoccheri_valtellina_camino

“La gente è diventata più attenta in tutto, a cominciare dalla spesa – spiega Pina Alagia, responsabile delle imprenditrici agricole della Coldiretti di Milano, Lodi e Monza Brianza, produttrice di ortofrutta a Besana Brianza – le persone comprano valutando quello che possono consumare e cercano consigli su come riutilizzare ad esempio le foglie di scarto dell’insalata o le verdure avanzate. Mi chiedono molto di più anche i pomodori per fare il sugo in casa”.

Le foglie più esterne delle insalate o delle verze e le verdure della settimana o del bollito – spiega le imprenditrici della Coldiretti – possono essere cotte e frullate per delle vellutate, gli avanzi del lesso sono ottimi per polpette o ragù, mentre la pasta cotta in più è una base perfetta per le frittate. Alcune idee sono contenute nel libro “Spunti antichi per donne moderne. Dialogo fra città e campagna” ideato e realizzato dalle imprenditrici agricole della Coldiretti di Milano Lodi e Monza Brianza.

Nonostante le nuove tendenza anti spreco, però, ogni anno nel nostro Paese vengono buttate quasi 5 milioni le tonnellate di cibo. Mentre a livello mondiale un  terzo del cibo prodotto finisce nella spazzatura  per un totale di 1,3 miliardi di tonnellate: delle quali 670 milioni di tonnellate nei paesi industrializzati  e  630 milioni di tonnellate in quelli in via di sviluppo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136