QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Comunità delle Giudicarie: grande partecipazione alla serata “Alimentazione e salute in età scolare”

venerdì, 18 aprile 2014

Tione - Si è svolta presso la Casa della Comunità delle Giudicarie la serata informativa su “Alimentazione e Salute in età scolare” alla quale hanno partecipato la Dott.ssa Maria Grazia Zuccali, Responsabile Servizio Igiene Alimenti e Nutrimenti dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, la dott.ssa Danila Bassetti in rappresentanza del Comitato scientifico di AIC – Trentino Associazione italiana celiachia e nella funzione di moderatore il Dott. Andrea Maino Dietista – Ufficio Sicurezza Alimentare e dietetica di Risto3.val-di-pejo-4

La serata organizzata dalla Comunità delle Giudicarie in collaborazione con gli Istituti Scolastici e l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, ha avuto lo scopo di promuovere un momento di confronto per Famiglie e Insegnanti, binomio fondamentale nell’educazione alimentare dei ragazzi.

«Un’iniziativa che si colloca all’interno di un programma ampio e articolato che vede la Comunità impegnata a dare un supporto alle famiglie e a dare risposte puntuali ai bisogni e alle istanze delle famiglie» precisa la Presidente della Comunità delle Giudicarie Patrizia Ballardini. «Un’iniziativa che rafforza il legame tra scuola, famiglia e salute attraverso un approfondimento qualificato sull’educazione alimentare».

«È nostra intenzione – ha spiegato l’assessore della Comunità delle Giudicarie Flavio Riccadonna – continuare quel percorso informativo e di educazione alimentare avviato con l’attivazione delle mense scolastiche su tutto il territorio. Ci siamo impegnati a proporre ai nostri ragazzi una dieta equilibrata e attenta a quelle che sono le loro esigenze, all’insegna di prodotti locali e di qualità. Crediamo che a fianco del servizio mensa che offriamo a circa 2mila famiglie giudicariesi grazie alla preziosa collaborazione con Risto3, si debba continuare nella formazione e nell’educazione all’alimentazione in modo che venga percepita l’importanza fondamentale che essa riveste per la crescita equilibrata e lo sviluppo dei nostri ragazzi». In quest’ottica l’incontro, che ha cercato di spiegare i principi della corretta alimentazione, di fornire informazioni di dettaglio rispetto al fabbisogno energetico di bambini e ragazzi, a partire dai nutrienti che non devono mancare nella dieta di ogni giorno al ruolo dell’alimentazione nella prevenzione di alcune patologie.

La serata è risultata particolarmente partecipata, segno della sensibilità dei tempi, verso un argomento che interessa da vicino tutti, e a cui i trentini hanno dimostrato nel corso degli anni di riservare particolare attenzione. Nel 2012, l’indagine “Okkio alla Salute”, ha messo ai primi posti sia la provincia di Trento che quella di Bolzano per la capacità di diffondere sane abitudini alimentari nei bambini delle scuole primarie, dai 6 ai 10 anni: in questa fascia di età la percentuale di bimbi obesi è del 4%, mentre il 16% sono in sovrappeso e l’80% normopeso. Nella Penisola, percentuali migliori si trovano solo a Bolzano.

L’indagine, presentata dalla dottoressa Maria Grazia Zuccali, ha misurato e descritto la variabilità geografica e l’evoluzione nel tempo degli stili alimentari, dell’abitudine all’esercizio fisico dei bambini e delle attività scolastiche favorenti la sana nutrizione e l’attività fisica. Nella seconda parte della serata, la dottoressa Danila Bassetti, in rappresentanza di AIC – Trentino Associazione italiana celiachia, ha proposto un focus su origini, sintomi e modalità di convivenza con la celiachia – un’intolleranza permanente alla gliadina, contenuta nel glutine, un insieme di proteine a loro volta contenute nel frumento, nell’orzo, nella segale, nel farro e in altri cereali – disturbo che secondo diversi studi coinvolge oggi in Italia una persona su cento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136