Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Cerimonia per il 30° anniversario del gemellaggio tra Riva del Garda e Bensheim

sabato, 28 settembre 2019

Riva del Garda - Per l’occasione del 30° anniversario della firma del gemellaggio tra Riva del Garda e Bensheim, avvenuta in due distinte cerimonie il 15 ottobre 1988 a Bensheim e il 22 aprile 1989 a Riva del Garda, si svolgerà domani – domenica 29 settembre – a palazzo Martini la cerimonia di firma, da parte dei sindaci Adalberto Mosaner e Rolf Richter, del documento che rinnova l’amicizia tra le due città.

La cerimonia, che sarà aperta alle 18 dal Corpo bandistico cittadino con gli inni d’Italia, di Germania, d’Europa e del Trentino, sarà anche l’occasione per la consegna a Georg Stolle (sindaco di Bensheim che firmò il gemellaggio trent’anni fa assieme all’allora sindaco di Riva del Garda Enzo Bassetti), della cittadinanza onoraria, conferita dal Consiglio comunale con voto unanime nella seduta dello scorso 27 maggio. La cerimonia sarà chiusa con la consegna delle borse di studio ai ragazzi più meritevoli tra quelli che hanno preso parte al corso estivo di tedesco a Bensheim quest’anno.

Trent’anni sono trascorsi da quando le comunità di Bensheim e di Riva del Garda avviarono un percorso di reciproca conoscenza, di frequentazione e di scambio nella cornice del legame simbolico e concreto stabilito dal gemellaggio, istituto sostenuto dall’Unione Europea per rafforzare i rapporti tra gli Stati e incoraggiarne di nuovi. Tre decenni durante i quali ogni anno numerose associazioni culturali, artistiche o sportive, bande e cori, vigili del fuoco, delegazioni istituzionali, classi di tutte le scuole, gruppi di partecipanti ai corsi di lingua straniera, artisti e anche singoli cittadini hanno affrontato i 700 chilometri che separano le due città, realizzando un avvicinamento che non è solo fisico. Tra le due comunità si è infatti creata una fitta trama di relazioni ed è nata una vera e propria amicizia. Il gemellaggio è gestito da due associazioni nate appositamente, la «Freundeskreis Bensheim-Riva del Garda» per Bensheim (presidente Pina Kittel) e la «Amici di Bensheim» per Riva del Garda (presidente Lorena Giuliani). Così come la prima firma del gemellaggio di trent’anni fa, anche quella del rinnovo per i trent’anni avviene con due distinte cerimonie, delle quali la prima si è tenuta lo scorso 2 novembre a Bensheim.

Questo il testo del documento che sarà firmato: “In occasione della visita della delegazione della città di Bensheim nel 30º anniversario della firma dell’atto di gemellaggio, i Comuni di Riva del Garda e di Bensheim rinnovano l’impegno già sottoscritto lo scorso 2 novembre 2018, e in particolare a sostenere e a intensificare sempre più lo sforzo completo per raggiungere un’Europa unita nella pace, nell’equità, nella libertà e nella solidarietà fra i popoli”.

La cittadinanza onoraria a Georg Stolle -dal 1972 fino al 2002 sindaco di Bensheim, città che nel dicembre 2002 lo ha nominato sindaco onorario- è stata conferita “Quale particolare segno di riconoscimento della comunità di Riva del Garda per l’impegno profuso con dedizione e cortesia per trent’anni nella valorizzazione del gemellaggio tra la città di Bensheim e quella di Riva del Garda, per il suo positivo operato in ambito sociale e politico e per il suo pensiero europeista”.

Bensheim-Riva del Garda

Nella foto credit Comune Riva del Garda la firma del rinnovo dell’amicizia tra Riva del Garda e Bensheim per il 30° anniversario del gemellaggio, sottoscritta lo scorso 2 novembre a Bensheim dai sindaci Adalberto Mosaner (a sinistra con la presidente dell’associazione «Amici di Bensheim» Lorena Giuliani) e Rolf Richter (a destra con la presidente dell’associazione «Freundeskreis Bensheim-Riva del Garda» Pina Kittel).

 



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136