Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Vela e Panathlon: il Campionato Mondiale di Homerus, storie e racconti dal 1996 ad oggi

mercoledì, 1 luglio 2020

Gargnano – “Il colore del sole”, titolo tratto da un romanzo di Camilleri, è diventato il filo conduttore del remake del primo Campionato Mondiale di Homerus, il progetto di vela autonoma per non vedenti. L’evento via Zoom è stato promosso dal Panathlon Club di Brescia, a 10 anni esatti da quella storica manifestazione. Teatro delle regate fu il Garda, al largo di Bogliaco-Gargnano (sponda lombarda). Il traguardo dovevano essere i Giochi olimpici. Poi è arrivata la decisione di togliere la vela dal programma delle Paralimpiadi.

Alessandro Gaoso 1Ospiti del presidente Panathlon, Rodolfo Garofalo, i protagonisti di quell’evento hanno cercato di raccontare le sensazione, le emozioni, lo spirito agonistico di quella competizione, carica di significati, baciata dal sole del Benaco e dai suoi stupendi colori. Alessandro Gaoso (nella foto), ideatore del progetto, ha raccontato tutta la storia, dal 1996 fino ai giorni d’oggi. Le gare con boe sonore per indirizzare i non vedenti, tanti altro traguardi con la navigazione dei suoi ragazzi in Terra Santa con la barca della Comunità Terapeutica di Don Mazzi, l’attraversare le colonne d’Ercole, accompagnati dalla Vespucci, ancora una sfida contro lo stesso Gaoso e Giovanni Soldini (entrambi bendati). Il bresciano Gigi Bertanza era lo skipper della barca che vinse il primo Campionato (ed anche contro Gaoso e Soldini).

Bertanza - Parente - Bogliaco Cv Gargnano

In equipaggio c’era la milanese Silvia Parente con Gigi. Bertanza (nella foto sotto). Tra gli interventi si segnalo Andrea Damiani, Lorenzo Rizzardi, entrambi Past president del Club di Gargnano, l’attuale presidente Lorenzo Tonini, Domenico Foschini, Responsabile nazionale dell’attività giovanile della Federazione Italiana Vela, lo psichiatra Gianluigi Nobili, il dirigente sebino Angelo Micheletti, i responsabili del Cus Brescia , i rappresentanti del Movimento Parasport, oltre agli skipper Bertanza, Parente, Malipiero, Bardella, altri ancora.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136