Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


ATS della Montagna, attivazione dell’USCA anche a Pisogne

sabato, 31 ottobre 2020

Pisogne – Da domani 1° novembre sarà attivata anche a Pisogne una Unità Speciale di Continuità Assistenziale (USCA) attraverso la collaborazione fra l’ATS della Montagna e l’Amministrazione Comunale che ha messo a disposizione gli spazi dedicati al nuovo servizio.

tamponiCome è ormai noto fin dalla loro istituzione (aprile 2020) le USCA possono essere attivate solo su segnalazione del medico di medicina generale. Questo servizio è riservato a tutti i pazienti che necessitano di una visita domiciliare ed eventualmente di un tampone.

Ringrazio il primo cittadino di Pisogne – ha commentato il direttore generale dell’ATS della Montagna, Lorella Cecconami – in questo momento la collaborazione è fondamentale per cercare di assicurare ai cittadini un capillare servizio di assistenza territoriale”.

Sono molto soddisfatto del risultato raggiunto, di cui si sentiva una grande necessità – ha dichiarato il sindaco di Pisogne, Federico Laini – E’ un servizio importantissimo per i cittadini di Pisogne e di tutta la bassa Valle Camonica. Essere riusciti ad avere sul proprio territorio medici in grado di seguire i pazienti presso le proprie abitazioni è un successo per tutti.  Devo ringraziare in primis  il direttore generale dell’ATS della Montagna, Lorella Cecconami, la quale, una volta che l’Amministrazione comunale di concerto con L’Auser e lo SPI-CGIL di Pisogne ha espresso questa esigenza, si è subito attivata raggiungendo in maniera rapida il risultato. Un ringraziamento anche all’onorevole. Marina Berlinghieri che si è spesa in prima persona capendo a pieno le necessità del territorio. Per noi è motivo di vanto ospitare proprio nella casa comunale, in un’area attualmente non utilizzata, un servizio di questo tipo. Ora continueremo a lavorare per un rafforzamento della medicina territoriale anche una volta cessata l’attuale emergenza sanitaria”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136