Ad
a
Ad
Ad


Variante alla statale 42: i sindaci di Edolo e Sonico chiedono modifiche al progetto

mercoledì, 5 gennaio 2022

Edolo – Le Amministrazioni comunali di Edolo e Sonico hanno preso posizione sul progetto definitivo della Variante est di Edolo sulla statale 42 del Tonale, che è stato modificato rispetto al preliminare. I sindaci Luca Masneri (Edolo) e Gian Battista Pasquini (Sonico) sostengono che “l’opera è fondamentale per lo sviluppo dell’intera Valle Camonica, ma che l’attuale progetto necessita di modifiche”.

Negli scorsi giorni è stata avviata la procedura di Valutazione di impatto ambientale (VIA), inerente la Variante est all’abitato di Edolo sulla statale 42 ad opera del Commissario Straordinario, Eutimio Mucilli. La procedura, avente ad oggetto il progetto definitivo dell’opera ha permesso alle Amministrazioni comunali di Edolo e Sonico di venire a conoscenza del progetto, che da subito è apparso profondamente diverso rispetto al preliminare approvato in sede di conferenza dei servizi. In particolare l’ingresso a sud con rotatoria è stato traslato nel territorio del comune di Sonico.

“Nell’assoluta consapevolezza della necessità dell’opera, ancor più evidenziata dai flussi di traffico che hanno provocato numerosi disagi negli scorso giorni – sostengono i sindaci Luca Masneri (foto sopra) e Gian Battista Pasquini  (foto a lato)- sono tuttavia ad evidenziare che il progetto in questione presenta margini di miglioramento e che intendono proporre modifiche allo stesso in sede di conferenza dei servizi. In particolare si ritengono alcune scelte progettuali non conformi agli indirizzi strategici e alle priorità delle due comunità interessate e quindi necessitanti di modifiche”.

“Siamo certi – proseguono i due sindaci – che la struttura commissariale saprà ascoltare al meglio il territorio e mettere in atto i necessari interventi migliorativi e/o modificativi al fine di ridurre al minimo l’impatto ambientale, sulla rete di trasporto secondaria (tuttavia fondamentale in caso di impedimento al transito sulla statale 42), sulle strutture comunali esistenti e sotto il profilo socio-economico per le attività che intersecano il progetto in oggetto”.

“A breve – continuano – incontreremo il Commissario, per anticipare e condividere le modifiche che verranno proposte con ragionevole auspicio di accoglimento. Inoltre consapevoli che l’infrastruttura costituisce un’opportunità di ulteriore sviluppo per tutta la Valle, auspichiamo sin da subito il supporto istituzionale ed eventualmente economico degli enti sovracomunali”. “L’opera è importante ma benefici ed oneri della stessa devono essere equamente ripartiti su tutta la Valle”, concludono i due sindaci.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136