Ad

w

Ad
Ad


Sonico, gli eventi per il 50esimo anniversario Mab Unesco: visita guidata al rifugio Gnutti

mercoledì, 8 settembre 2021

Sonico – Nell’ambito del 50esimo anniversario del programma MaB Unesco, la Comunità Montana di Valle Camonica, in qualità di ente gestore della Riserva della Biosfera “Valle Camonica – Alto Sebino”, ha organizzato i seguenti eventi:

Venerdì 10 settembre: visita guidata presso l’impianto di pedo-fitodepurazione realizzato presso il Rifugio Alpino “Serafino Gnutti” in Val Miller (Parco dell’Adamello);
Venerdì 24 settembre: “Bike-MaB”, Bike tour lungo la Ciclovia dell’Oglio da Edolo al Lago d’Iseo
Sabato 9 ottobre: inaugurazione dei primi “cestini mangiaplastica” sommersi del lago d’Iseo (Pisogne e Lovere).

L’obiettivo della manifestazione è quello di sottolineare la ricorrenza del 50° anniversario del programma Unesco Mab (Man and the Biosphere) a cittadini, amministratori, professionisti attraverso una serie di iniziative che – oltre a richiamare l’importante riconoscimento ottenuto dal territorio Camuno-Sebino andranno ad illustrare alcuni dei più importanti progetti ecosostenibili messi in campo in questi anni e nel contempo a mostrare agli ospiti il contesto ambientale in cui si inserisce ed è stato posto il seme della sostenibilità nel territorio della Valle Camonica e dell’alto lago d’Iseo.

I territori MaB in Italia sono solo 19 (714 in tutto il mondo). Far parte di questo gruppo di territori virtuosi rappresenta un vero privilegio ed al contempo un impegno gravoso: ora per la Valle Camonica e l’Alto Sebino si apre una fase cruciale, che pone al centro del dibattito locale i temi dello sviluppo sostenibile e dell’uso equilibrato delle risorse, soprattutto nella fase del post pandemia da COVID 19. Gestione virtuosa dei processi industriali, del ciclo dell’acqua e dei rifiuti, economia circolare, qualità dell’aria, filiera bosco-legno e risparmio energetico, diminuzione del consumo di suolo, riduzione dell’impronta ecologica, conoscenza dei servizi ecosistemici: questi sono solo alcuni dei temi che si stanno affrontando, con consapevolezza, coinvolgimento e impegno di tutti, soprattutto degli amministratori che hanno l’importante ruolo di calare nelle loro realtà i principi di ecosostenibilità. Riconoscimento che si aggiunge al più noto sito Unesco n. 94 “Arte rupestre della Valle Camonica”, ottenuto nel 1979 e che inserisce di diritto i nostri territori tra i più ricchi di storia, cultura e natura dell’arco alpino.

“Questi eventi – dichiara Mirco Pendoli (nella foto), assessore ad Ambiente ed Ecologia della Comunità Montana di Valle Camonica – raccontano fasi di un percorso irreversibile verso la sostenibilità ambientale, per preservare il nostro territorio e rappresentano spunti interessanti anche per altri contesti”.

L’appuntamento del 10 settembre prevede una visita guidata presso l’impianto di pedofitodeuprazione presso il Rifugio Alpino “Serafino Gnutti” in Val Miller (Parco dell’Adamello), divenuto un progetto pilota e buona pratica di attenzione all’ambiente anche in alta quota.

L’evento avrà il seguente programma:
– ore 8,20 – ritrovo partecipanti presso il Municipio di Sonico e partenza del bus-navetta in direzione
Val Malga-Ponte del Guat. Segue percorso a piedi sino al rifugio Gnutti
– ore 11,30 – presentazione e illustrazione di funzionamento dell’impianto di pedo-fitodepurazione
–  ore 13    – pranzo tipico al Rifugio
– ore 14,30 – rientro al Ponte del Guat
– Ore 16      – partenza navette dal Ponte del Guat e rientro a Sonico
Gli impianti di pedo-fitodepurazione mitigano gli impatti sull’ambiente derivanti dalle attività turistico-ricettive
e consistono in piccoli “ecosistemi-filtro” in grado di depurare le acque reflue anche in contesti ambientali
estremi quali i Rifugi Alpini. Il letto di pedo-fitodepurazione viene ricoperto da terreno vegetale e colonizzato
da vegetazione tipica dei luoghi in cui è inserito: nel tempo tale sistema si integra completamente nel contesto
circostante. Illustrano il funzionamento dell’impianto: Beniamino Barenghi, Gianpietro Bolis, Anna Maria
Bonettini. Il gruppo sarà accompagnato da una Guida Alpina locale.

L’appuntamento del 24 settembre prevede Bike tour lungo la Ciclovia dell’Oglio, con partenza da Edolo ed arrivo al Lago d’Iseo (Pisogne) secondo le seguenti modalità:
– ore 7 – ritrovo a Pisogne in piazza e partenza con Bus munito di rastrelliera porta bicilette. Fermate
successive a Boario Terme, Breno e Capo di Ponte con arrivo a Edolo;
– ore 9 – partenza del Tour da Edolo con guide bike e supporto tecnico di viaggio.
Durante il percorso sarà presente una guida turistica che accompagnerà i partecipanti alla scoperta del territorio
e alla visita delle Incisioni rupestri di Cemmo, del Monastero di San Salvatore di Capo di Ponte, del Santuario di Minerva di Breno e di Santa Maria della Neve a Pisogne, scrigno delle opere del Romanino.
Sul percorso verranno effettuate brevi pause con degustazione di prodotti a “Km 0”.
– ore 18 – arrivo a Pisogne e piccolo buffet con prodotti Km 0
Accompagnamento in pullman dei partecipanti alle fermate di Darfo, Breno, Capo di Ponte, Edolo.
L’organizzazione mette a disposizione degli interessati gratuitamente le e-bike per il percorso (previa prenotazione alla segreteria organizzativa).

Inaugurazione dei primi “cestini mangiaplastica sommersi” del lago d’Iseo, sabato 9 ottobre; l’evento verrà svolto rispettivamente nei Comuni di Lovere e Pisogne che hanno aderito all’iniziativa posizionando gli innovativi cestini, con il coinvolgimento delle Amministrazioni Comunali e degli Istituti Scolastici e della realtà associazionistiche locali.
La partecipazione agli eventi è gratuita e subordinata ad iscrizione obbligatoria al 0364-533308 o email mabintour@gmail.com fino ad esaurimento dei posti disponibili. In caso di maltempo le attività verranno annullate. La partecipazione agli eventi subordinata all’uso dei servizi pullman e navetta, accesso ai siti culturali e pranzo in rifugio prevedono l’obbligo del possesso, da parte dei partecipanti, del green pass.
Il progetto 50° MaB Unesco è promosso dalla Comunità Montana in collaborazione con Bim, Parco dell’Adamello e Distretto culturale e segreteria tecnica a cura di Agenzia di comunicazione Sycomor.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136