Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Altra neve in quota, interventi per frane in Bassa Valle Camonica

martedì, 5 novembre 2019

Ponte di Legno – L’ondata di maltempo che ha interessato nella notte e nelle prime ore della giornata la Valle Camonica ha portato altre neve in quota – localmente oltre i 1800 metri – con torrenti ingrossati e rischio idrogrologico in media e bassa Valle Camonica. Intanto, oltre allo Stelvio, è stato chiuso il passo Gavia con la strada che non è più percorribile in condizioni di sicurezza per le abbondanti nevicate degli ultimi giorni e Santa Caterina Valfurva, per la chiusura della strada provinciale 29 a causa della frana del Ruinon, è isolata.

In Valle Camonica oggi sono previsti sopralluoghi ad Angolo Terme dove tre famiglie state evacuate, mentre sono stati predisposti interventi a Paspardo e Malonno, dove due smottamenti hanno invaso le strade comunali di cui una – nella zona della Zumella, già chiusa, mentre a Malonno sulla strada comunale per Landò c’è stato il pronto intervento per uno smottamento e i volontari della protezione civile hanno liberato la carreggiata per consentire il transito delle auto.

I problemi maggiori sono ad Angolo, oltre all’evacuazione di un’abitazione i tecnici sono intervenuti per ripristiano l’acqua potabile dopo uno smottamento che aveva provocato problemi e oggi sono previsti ulteriori sopralluoghi per valutare gli interventi più urgenti.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136