Ad
Ad
Ad

Mobilità dolce in Valle Camonica, svelato il progetto green

mercoledì, 9 novembre 2022

Breno (Breno) – E’ stato presentato a Breno (Brescia) il progetto “Move in Green”, di cui la Provincia di Brescia è ente capofila, ed ha l’obiettivo di connettere la ciclovia dell’Oglio con la rete ferroviaria Brescia-Iseo-Edolo attraverso sistemi di mobilità “dolce”, volti alla riduzione delle emissioni di CO2. Alla presentazione erano presenti Giampiero Bressanelli, consigliere delegato ai rapporti fra la Provincia, le Comunità Montane gli altri organismi del territorio montano, il responsabile della Comunità Montana di Valle Camonica Guido Calvi e i consulenti del progetto della Società T. Bridge Mino Valcalda e Cino Repetto.

Il “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”: il programma del Ministero dell’Ambiente (attuazione della L. 221 del 2015) incentiva iniziative di mobilità sostenibile, incluse iniziative di piedibus, di car-pooling, di car-sharing , di bike-pooling e di bikesharing. I progetti, predisposti da uno o più enti locali, devono riguardare un ambito territoriale con popolazione superiore a 100.000 abitanti.

IL QUADRO ECONOMICO DEL PROGETTO
La Provincia di Brescia è capofila. I Comuni del Consorzio Comuni B.I.M. di Valle Camonica sono i partner del Progetto: valore del progetto 1.542.067 euro, di cui 922.067 euro coperti dal finanziamento del Ministero e 620.000 euro confinziamento per investimenti degli enti locali.

GLI OBIETTIVI STRATEGICI
La strategia prevede un sistema di mobilità sostenibile che si integra con le infrastrutture già esistenti sul territorio:
potenziare i due assi strategici della Valle Camonica – la ferrovia e la ciclovia dell’Oglio – connettendoli con i principali poli di attrazione del territorio (ospedale di Esine, plessi scolastici, zone artigianali e industriali, centri commerciali) attraverso sistemi di mobilità “dolce“ (auto elettriche e biciclette a pedalata assistita) e contribuire a sviluppare l’uso di biciclette e ferrovia a scopo turistico, per la visita dei principali centri di interesse della Valle.

LE AZIONI E GLI STRUMENTI IN CAPO ALLA PROVINCIA DI BRESCIA
Una flotta di 80 mezzi elettrici tra auto e van (10) e biciclette (70);  la realizzazione di 25 stazione di ricarica elettrica dei mezzi, con relativi stalli per la sosta; una App per consentire l’uso collettivo e pubblico dei mezzi e l’attività di informazione e promozione sul territorio.

IN CAPO AL CONSORZIO COMUNI B.I.M.
La realizzazione di interventi infrastrutturali per il miglioramento dell’accessibilità della ciclovia con diverse opere in 7 Comuni e la realizzazione del sottopasso per la stazione ferroviaria a Darfo Boario.

MOVE IN GREEN SUL TERRITORIO
7 punti nodali: Edolo, Cedegolo, Capo di Ponte, Breno
4 poli attrattivi:  zona commerciale e industriale di Sonico; zona commerciale e industriale di Cividate Camuno; polo scolastico di Edolo; polo ospedaliero di Esine, Darfo Boario TermePisogneSulzano
Per ciascun punto nodale sono previsti: la realizzazione delle infrastrutture necessarie al potenziamento e
all’adeguamento (rampedi collegamento, sottopassi); la messa a disposizionedi mezzi elettrici (auto e bici) volti ad abbattere o contenere l’uso del mezzo privato, sia per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro, sia per
finalità turistiche e ricreative

AVANZAMENTO DEL PROGETTO
La Provincia di Brescia ha completato l’acquisto dei mezzi, l’assegnazione dei lavori di realizzazione delle  infrastrutture di ricarica e l’individuazione dei soggetti che gestiranno i servizi. Il Consorzio BIM sta completando la realizzazione delle opere infrastrutturali

DISTRIBUZIONE DELLE AUTO COMUNI AUTO FAMILIARI VAN
Edolo 11; Cedegolo in comune di Sellero 1; Capo di Ponte 1; Breno 11; Boario 1; Pisogne 11; Sulzano 1 Totale: 73
Per la gestione dei servizi di car sharing a ottobre 2022 è stato firmato il contratto in concessione per 5 anni con la società E-VAI. Sono state posizionate ed in parte attivate le stazioni di ricarica da parte della Società Be CHARGE, per la realizzazione e gestione in concessione della infrastruttura di ricarica autovetture.

Per la gestione dei servizi di bike-sharing e la gestione infrastrutture di ricarica biciclette sono stati coinvolti i Comuni nel progetto per assicurare l’avvio dei servizi grazie ad un accordo di collaborazione per un periodo di 5 anni. A ottobre 2022 sono state consegnate le 70 biciclette elettriche, con le relative stazioni di ricarica e stalli.

E-BIKE E COMUNI
A parziale copertura dei costi per la manutenzione delle biciclette, la Provincia ha previsto di erogare, con fondi propri, un contributo ai Comuni, per la durata di anni 5 (cinque), pari a 300 euro annui per bicicletta. Attualmente sono in fase di attivazione il posizionamento delle stazioni di ricarica e dei relativi stalli.
La conclusione dei lavori è prevista entro marzo 2023.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136