Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-
Mercoledì, 1 febbraio 2023

I primi treni a idrogeno in servizio sulla linea Brescia-Edolo nel 2024

Breno (Brescia) - I primi treni a idrogeno sulla linea Brescia-Iseo-Breno-Edolo arriveranno l'11 novembre 2023 ed entreranno in servizio nel 2024. A regime saranno 14 i treni sulla tratta ferroviaria della Valle Camonica e del Sebino, con un costo totale di 319 milioni di euro, di cui 145 milioni messi a disposizione da Regione Lombardia. Il gruppo Ferrovie Nord Milano (Fnm) - sottolinea Andrea Gibelli presidente di Fnm - "sta portando avanti il progetto H2iseO in Valle Camonica ed ha già avanzato la richiesta di finanziamento con il PNRR".


Nel pomeriggio - presso la sede della Comunità Montana di Valle Camonica - è stato presentato il progetto alla presenza di Alessandro Bonomelli, presidente Comunità Montana di Valle Camonica; Davide Caparini, assessore regionale al Bilancio; Andrea Gibelli, presidente di Fnm; Marco Piuri, direttore generale Fnm e Amministratore Delegato Trenord e Emanuele Serina, consigliere delegato Ferrovienord.


Il presidente della Comunità Montana Alessandro Bonomelli ha sottolineato "l'importanza del progetto - treno a idrogeno - che porrà le basi per un grande cambiamento in un'ottica di sostenibilità".


Il progetto prevede l’acquisto di 14 treni alimentati a idrogeno che entro il 2025 andranno a sostituire l'intera flotta diesel. "La linea Brescia-Iseo-Edolo - ha sottolineato Gibelli - si presta per un intervento di questo genere, senza intervenire sulle gallerie ed è il primo a livello nazionale". E’ prevista la realizzazione di centrali per la produzione di idrogeno, destinate inizialmente ai nuovi convogli a energia pulita, con un investimento preliminare complessivo di circa 300 milioni.

Il primo impianto di produzione, stoccaggio e distribuzione di idrogeno, alimentato a biogas, sarà realizzato nel 2023, ne seguiranno “uno o due” per l’idrogeno verde lungo il tracciato della linea entro il 2025.


"E' un progetto iconico, realizzato congiuntamente da Regione Lombardia, FNM, Ferrovienord e Trenord, che mira a decarbonizzare i servizi di trasporto pubblico e a favorire la transizione verso un sistema di trasporti più sostenibile grazie all'introduzione dei 14 treni e 40 bus alimentati a idrogeno", commenta Davide Caparini, assessore regionale al Bilancio.


La transizione ecologica e lo sviluppo sostenibile – ricorda Caparini - sono obiettivi che possiamo raggiungere investendo su nuove tecnologie. Il treno a idrogeno avrà ricadute significative come lo sviluppo di una filiera economica e industriale dell’idrogeno e un impulso significativo all’avvio di una filiera dell’idrogeno avviando la conversione energetica del territorio in linea con le previsioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.


Oltre ai treni a gasolio che consumano un milione e 600mila litri di gasolio all’anno e che andranno in pensione, saranno alimentati a idrogeno anche i 40 pullman gestiti da FNMAutoservizi entro il 2025. Tutto questo grazie a tre impianti che nasceranno a Edolo e a Brescia dove con la collaborazione di Edison e A2A si produrrà idrogeno verde tramite l'elettrolisi dell'acqua alimentata da energie rinnovabili e a partire dall’energia prodotta dal termoutilizzatore, mentre a Iseo sono già iniziati i lavori per la produzione di idrogeno grigio tramite la reazione di steam reforming di biometano con cattura di CO2. In totale verranno prodotte 800 tonnellate di idrogeno all’anno. E’ in corso di costruzione anche il deposito di manutenzione dei treni a Rovato.


Regione Lombardia, Fnm e Comunità Montana di Valle Camonica hanno l’obiettivo di creare la “prima Hydrogen Valley italiana” e i primi risultati si vedranno nel 2024.

Ultimo aggiornamento: 01/02/2023 18:37:21
POTREBBE INTERESSARTI
Folgaria, il provvedimento scatta dalle 19 fino al mercoledì mattina
Messaggio: "Il karate andrebbe insegnato, è uno strumento per educare alla disciplina"
Edolo (Brescia) - Interventi dei vigili del fuoco a Edolo e  a Sellero. Nella serata di ieri i vigili del fuoco del...
ULTIME NOTIZIE
Il bilancio tracciato dall'ufficio fostestale della Provincia di Bolzano
Nel primo trimestre 2024 già 115 violazioni
22/04/2024 09:00 - 22/04/2024 23:30
22/04/2024 10:30 - 22/04/2024 23:59
22/04/2024 11:00 - 22/04/2024 23:30