Ad
Ad


Passo Predaia, Prada si prende tappa e maglia alla Haute Route Dolomites: passaggi su Gavia e Tonale

mercoledì, 31 agosto 2022

Passo Predaia – Seconda tappa di Haute Route Dolomites, evento italiano della serie Haute Route, il  primo circuito al mondo di corse a tappe di prestigio per ciclisti amatoriali. Si è trattato di una tappa molto impegnativa che ha portato i concorrenti dalla Lombardia al Trentino: partenza da Bormio, località storica degli eventi Haute Route, e traguardo posto a Passo Predaia, in Val di Non, località vocata agli sport outdoor che per la prima volta ospitava la conclusione dell’evento ciclistico. 121 i chilometri di sviluppo della frazione, e ben 3.256 i metri di dislivello, dati dalle ascese al Passo Gavia (2.621 metri di altitudine), al Tonale (1.872) e poi al Predaia (1.250). Foto @Ben Becker.

Come già nella prima tappa, a dominare la scena è stato il team BroomWagon – Stemax che ha piazzato lo spagnolo Marco Prada in prima posizione e l’italiano Piero Lorenzini in seconda. Arrivo praticamente appaiato per i due che si sono scambiati il piazzamento rispetto alla frazione d’esordio, effettuando un passaggio delle consegne anche per quanto riguarda le insegne del primato: 3h24’10” il tempo fatto registrare da Prada (ricordiamo che la classifica è determinata dalla somma dei tempi ottenuta nei soli tratti cronometrati), 3h24’16” quello di Lorenzini. In terza posizione, staccato di una cinquantina di secondi, il neozelandese Alex Heaney. Altri due italiani nella top ten, Fabio Tugnoli, quinto, e Michele Antonioli, settimo. Nella classifica generale, i due portacolori di BroomWagon – Stemax guidano separati da appena 4” (6h10’27 il tempo di Prada, 6h10’31” quello di Lorenzini). In terza posizione, staccato di quasi 9’, Heaney.

Tra le donne, vittoria di tappa e leadership rafforzata per la danese Luise Valentin (Team Schoggiweggli). Domani, giovedì 1 settembre, Haute Route Dolomites rimane in Trentino. In programma c’è la Trento – Monte Bondone: 20 chilometri di sviluppo e 1.450 metri di dislivello. Il via del primo concorrente avverrà alle 9, da Piazza Piedicastello.

Le tappe successive saranno venerdì 2 settembre la Trento – Passo Falzarego e sabato 3 settembre la Cortina d’Ampezzo – Tre Cime di Lavaredo. Complessivamente, Haute Route è articolata su cinque tappe per complessivi 458 chilometri di sviluppo e 14.850 metri di dislivello positivo.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136