Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Cles: una valle accessibile a tutti, ecco i risultati del progetto GSH

sabato, 9 novembre 2019

Cles – Una valle accessibile a tutti. Muovere il cambiamento:  20 anni fa, con il video “Hey, ci siamo anche noi”, iniziava, per la cooperativa sociale GSH, il cammino di sensibilizzazione legato alle tematiche dell’handicap e delle barriere architettoniche. Anni dove, anche l’accesso a molte strutture pubbliche, era impedito dalla presenza di lunghe scalinate. Muoversi in sicurezza per le vie dei paesi era pressoché impossibile, molti erano i marciapiedi senza rampe di accesso.

Barriere ClesGSH aveva scelto così di promuovere l’impegno sociale, sostenendo la causa di tutti coloro che, tutti i giorni, dovevano fare i conti con la disabilità e con le problematiche legate alla presenza delle barriere architettoniche. Nel 2004 venne istituito un “team di barriere” del Centro Socio Educativo “Il Quadrifoglio” di Mechel, servizio di GSH, che, partendo proprio dal capoluogo noneso di Cles (Trento), girava per le vie e per le piazze del paese, fotografando la situazione in tema di accessibilità, evidenziando i punti critici. Nel 2008 si giunse alla presentazione del primo Report, che conteneva una mappatura fotografica messa a disposizione dell’amministrazione comunale, con lo scopo di segnalare gli ostacoli, affinché essi potessero essere riconosciuti ed abbattuti. Iniziava così la collaborazione con le amministrazioni comunali locali, lavorando in un’ottica di accessibilità ma soprattutto rispondendo ai diritti fondamentali di ogni essere umano, di indipendenza, libertà e possibilità di affrontare, come qualsiasi altro cittadino, il mondo che ci circonda.

Nel 2010 venne fatta una prima revisione e nel 2014 Cles venne nuovamente mappato. Questa terza edizione è lo strumento utilizzato dall’attuale amministrazione clesiana, libro diventato un pungolo quotidiano utile a migliorare l’accessibilità di vie, piazze e strutture pubbliche.

Nel 2016 viene proposta ad alcuni membri della giunta guidata dal sindaco Ruggero Mucchi l’esperienza “Diversamente abile per un’ora”, seduti in carrozzina per le vie di Cles. Vivere il paese da un’altra prospettiva aiuta sicuramente a capire dove bisogna intervenire, l’accessibilità è una qualità che rende migliore la vita di qualsiasi cittadino e tutti possiamo goderne i benefici.

“Fu così che dopo una perlustrazione in compagnia di ragazzi ed educatori del GSH –commenta l’assessore ai lavori pubblici del comune di Cles Massimiliano Girardi- salendo anche noi in carrozzina, capimmo come la situazione non fosse più tollerabile. Prendemmo definitiva consapevolezza di come, per fare solo qualche esempio, l’accesso apparentemente sbarrierato ad un marciapiede con la rampa eccessivamente inclinata costituisse, di fatto, un ostacolo insormontabile, come un percorso non perfettamente pavimentato, come una porta troppo pesante per essere aperta, e così via”.

Nel 2016 è stato istituito a Cles il CCR, il Consiglio Comunale Junior, dei ragazzi frequentanti la prima e la seconda media. Negli anni GSH ha coinvolto i consiglieri che si sono susseguiti in percorsi di comprensione della diversità e dei bisogni altrui. Una costante attività di sensibilizzazione e di informazione può dare forza e impulso verso il traguardo di un mondo a misura di tutti. Proprio a tal fine, l’attività “Una valle accessibile a tutti”, si intreccia con attività rivolte ai giovani, entrando nelle scuole e nelle aggregazioni giovanili, per promuovere percorsi di sensibilizzazione alla diversità, per creare nelle nuove generazioni una cultura più attenta, basata sull’accettazione e sul rispetto dell’altro. La diversità è un valore, una reale risorsa a cui fare riferimento per provare a cambiare il nostro rapporto con il mondo e le persone.

L’opera di sensibilizzazione di questi 20 anni compiuta da GSH, il percorso dei giovani, degli adulti e le riflessioni nate da un confronto tra generazioni sull’esperienza fatta, sono state sintetizzate in un video che mette in luce il cambiamento del paese nell’arco degli anni. Verrà presentato venerdì 15 novembre 2019 alle ore 18.00 presso la sala Baronale del Palazzo Assessorile di Cles e tutta la popolazione è caldamente invitata.

“Gsh esprime soddisfazione – commenta il presidente Michele Covi- nel considerare come, nel corso degli anni, le varie amministrazioni comunali che si sono susseguite abbiano preso a cuore la richiesta di impegno al cambiamento e ci fa piacere constatare che i risultati iniziano a farsi vedere”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136