Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Moena, da 150 anni la presenza dei vigili del fuoco

Moena (Trento) - Porte aperte alla caserma dei vigili del fuoco volontari di Moena. Ricorre il 150° anno dalla fondazione del corpo e per l’occasione è stata organizzata un’intera giornata di celebrazioni in collaborazione con la Croce Rossa e il Soccorso Alpino. Residenti e turisti hanno potuto vedere da vicino la centrale operativa e toccare con mano la preparazione dei pompieri in tre diverse esibizioni. I più piccoli, invece hanno potuto cimentarsi in alcune prove di abilità nel piazzale della caserma.

Il presidente della Provincia Maurizio Fugatti ha portato il proprio saluto e quello della giunta provinciale alla presenza: “A Moena in questi ultimi anni ci sono state diverse situazioni difficili da gestire - ha sottolineato il presidente - che hanno coinvolto tutta la Val di Fassa. In particolare ricordo quanto accaduto sulla Marmolada, dove i Vigili del Fuoco sono stati impegnatia fondo.
L’allerta è sempre massima e proprio per questo nelle scorse settimane è andata in scena un’esecitazione importante in questi luoghi per testare la coordinazione e la coesione tra tutti i gruppi. Non ha fatto mancare il suo apporto il Corpo di Moena che ringrazio per il lavoro svolto quotidianamente e per tutto quanto fatto da 150 anni a questa parte a favore della sua comunità”.

A fare gli onori di casa, assieme al sindaco di Moena Alberto Kostner, il comandate del Corpo di Moena Giambattista Vanzo: “Il Corpo dei Vigil del Fuoco volontari di Moena – ha dichiarato Vanzoconsta di 40 vigili e sette allievi. Nonostante i boschi qua vicini facciano pensare all’attività di spegnimento degli incendi e prevenzione, che comunque prosegue, a causa dei cambiamenti climatici in corso negli ultimi anni abbiamoo modificato la nostra attività e ora ci occupiamo anche delle alluvioni, come nel caso di Vaia, oltre a effettuare numerosi interventi tecnici tra cui per esempio la pulizia della sede stradale e gli incidenti”.
Ultimo aggiornamento: 23/06/2024 02:10:38
POTREBBE INTERESSARTI
Salò (Brescia) - Il Generale di Divisione Giuseppe Arbore, comandante regionale Lombardia, ha visitato i Reparti del...
A metà novembre gli avversari saranno i romeni dell'Arcada Galati
ULTIME NOTIZIE
Darfo Boario Terme (Brescia) - Prima seduta doppia della stagione per i verdeblù, che si sono ritrovati questa mattina...
Alessandra Sensini: "Siamo in corso per il podio in sette classi su dieci"
La Procura attende le memorie difensive degli indagati