Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Pallanuoto, Serie A1: tutto facile per l’An Brescia a Napoli, Posillipo cede 14-6

mercoledì, 6 novembre 2019

Napoli – Una prima frazione per trovare la giusta carburazione e poi il motore dell’An Brescia allunga in modo inesorabile: a Napoli, nella sesta giornata di campionato, la squadra di Sandro Bovo supera il Posillipo per 14 a 6 (1-2, 5-2, 5-2, 3-0, i parziali), disputando una prova magari non delle più brillanti, ma comunque con parecchi spunti positivi.

L’avvio dei biancazzurri è al di sotto delle possibilità: il ritmo non è intenso come in altre occasioni, la palla non gira con la dovuta precisione e, anche per una condotta arbitrale, in alcuni frangenti, discutibile, il gioco risulta poco fluido. Di tutto questo, ne approfittano i padroni casa per mettere la testa avanti.

Con il secondo tempo, però, l’andamento del match cambia decisamente: l’An ritrova le giuste intese e per il Posillipo la strada si fa davvero in salita. Marco Del Lungo replica il suo ottimo momento (altro rigore parato) gestendo un reparto arretrato molto reattivo (solo un gol subito in parità), e sotto la porta rossoverde l’efficacia si fa buona; tra i motivi di soddisfazione, anche la conferma del buon rendimento dei più giovani (Alessandro Balzarini, Nicola Tononi, Tommaso Gianazza), pronti a dare il loro contributo nel finale di partita. Superato (bene) il test Posillipo, ora, tutta la concentrazione va alla trasferta di Miskolc: il più sette dell’andata fornisce un bel punto di partenza ma Presciutti e compagni non scenderanno in acqua per vivere di rendita.

«All’inizio siamo stati un po’ macchinosi – dichiara Jacopo Alesiani, oggi, a rete per due volte -, con qualche errore nei passaggi. Però, senza scomporci più di tanto e con piena fiducia nei nostri mezzi, abbiamo recuperato i nostri automatismi finendo per condurre la gara in maniera netta. Rispetto a sabato, siamo stati più attenti in difesa, non abbiamo concesso gol facili e questo direi che è un bel segnale di reazione. Anche i più giovani hanno fatto la loro parte, dando una mano al gruppo, e adesso pensiamo al ritorno col Miskolc: sappiamo che sarà una battaglia e vogliamo dare il meglio».



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136