Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Ciclismo, Michele Bracchi trionfa nel Trofeo Torri di Fraele

Vittoria al debutto stagionale

Bormio (Sondrio) - L’US Bormiese ha aperto ufficialmente la stagione sportiva con la prima gara sociale, che dallo scorso anno è stata intitolata “trofeo Torri di Fraele”: 53 gli iscritti a questo primo appuntamento sui pedali in Alta Valle, giusto per entrare nell’atmosfera del Giro d’Italia che tra pochi giorni transiterà per le nostre strade.

Una salita classica di circa 11 km di percorso, con partenza da Isolaccia e – dopo un ripido passaggio nella piccola frazione di Pedenosso (con tratti oltre il 20% di pendenza), l’approdo sui tornanti di Cancano sotto lo sguardo delle medioevali torri di Fraele.
Un dislivello totale di circa 600 metri dalla piazza di Isolaccia sino all’arrivo posto nei pressi della palazzina A2A, che ha visto transitare anche parecchi turisti e amanti delle due ruote mescolati insieme ai corridori.

Prima posizione per il giovane Michele Bracchi (A.S.D Fire & Ice Livigno), che con 27’.21,52 migliora di quasi 2 minuti il suo tempo di salita 2023 e si assicura la vittoria sui diretti avversari Marco Marchetti (Bici Club Berbenno) e Ivan Del Fatti (Asd Swatt Club), che chiudono rispettivamente a 27.24,57 e a 27.30,26. Ben 13 atleti, comunque, sono riusciti a stare sotto i 30’, mentre ne servono pochi di più per veder giungere sul traguardo la prima donna, una vigorosa Sarah Palfrader (Team Da-Tor/Isb) con 33.59,09. Completano il podio femminile la venostana Monika Kaserer (Arsv Vinschgau) con 44.03,98 e Liliana Moltoni (Asd Grosio Ciclismo), con 48.47,71. Medaglia di legno per la quarta e ultima donna partecipante ovvero Sabrina Amato (Vam Race Asd), che in 55.23,22 completa la sua gara (da sinistra Marchetti, Bracchi e Del Fatti foto credit Maiolanna).

Menzione speciale per il mai domo Lino Pologna (US Bormiese), che con le sue 76 primavere conclude il percorso sotto i 60’ (58.33,25 il suo tempo). Per la classifica società chiude al comando la padrona di casa US Bormiese, con 51 punti portati in dote dai suoi 16 atleti. Segue la A.S.D Fire & Ice Livigno, che piazza tutti i suoi 4 tesserati fra i primi 11 della generale e guadagna 28 punti. Chiude la Vam Race Asd con 19 punti.

Fra 20 giorni il grande ciclismo targato US Bormiese proporrà a tutti gli appassionati la nuova Stelvio-Santini, che dopo 11 edizioni ha cambiato volto rinnovando logo e percorso pur mantenendo intatto lo spirito avventuriero che anima le grandi manifestazioni ciclistiche.
Ultimo aggiornamento: 13/05/2024 00:27:12
POTREBBE INTERESSARTI
ULTIME NOTIZIE
Al ballottaggio ha vinto la colazione di centrodestra sostenuta da Chiari al centro
Ha presentato i concorsi "Fiormaggi" e "Un fiore nel piatto" al festival Gustò di Orbassano
24/06/2024 14:15 - 24/06/2024 18:30
24/06/2024 14:30 - 24/06/2024 23:30
24/06/2024 15:00 - 24/06/2024 18:00