Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Ciclismo, Giro d'Italia: a Desenzano trionfa Ganna

Nella cronometro il campione italiano ha battuto Pogacar per 29''

Desenzano del Garda (Brescia) - Filippo Ganna trionfa a Desenzano del Garda, battendo per 29'' Tadej Pogacar Il campione italiano ha vinto la cronometro da Castiglione delle Stiviere a Desenzano del Garda: 35'02" il tempo di Ganna sui 31,2 km del percorso, con una media di 53,435 km/h.

Ganna ha fatto i conti con la maglia rosa Tadej Pogacar che è partito alla grande nell'intermedio era avanti sul campione piemontese che ha recuperato sui lunghi rettilinei che portavano verso il lago di Garda.

Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) ha vinto la quattordicesima tappa del Giro d'Italia 107, la Castiglione delle Stiviere-Desenzano del Garda Tudor ITT di 31.2 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) e Thymen Arensman (Ineos Grenadiers).

Pogacar ha aumentando il suo vantaggio nella classifica generale con Geraint Thomas ora secondo a 3' e 41'' secondi, terzo Dani Martinez a 3' e 56''. Primo degli italiani Tiberi, sesto, a 5' e 17''.

Sventola dunque il Tricolore sulla Castiglione delle Stiviere-Desenzano del Garda Tudor ITT che riporta Filippo Ganna sul trono di una cronometro al Giro d'Italia dopo quasi tre anni. Il portacolori della Ineos Grenadiers, che ha corso con il body che contraddistingue il campione italiano della specialità, si è preso la rivincita su Tadej Pogacar, che lo aveva battuto nella precedente prova contro il tempo a Perugia. Per la Maglia Rosa è stata comunque una giornata proficua, visto che in ottica classifica generale ha guadagnato 45" su Thomas e 1'16" su Martinez portando il suo vantaggio a 3'41" sul gallese, che ha approfittato di una giornata poco brillante del rivale colombiano per scavalcarlo al secondo posto. Rimangono stabili al quarto e al quinto posto Ben O'Connor e Antonio Tiberi mentre risale prepotentemente Thymen Arensman, terzo al traguardo e adesso sesto in classifica generale alla vigilia del tappone di domani che vedrà i corridori affrontare i 222 km, e gli oltre 5400 metri di dislivello, della Manerba del Garda-Livigno (Mottolino).

Il vincitore di tappa Filippo Ganna (nella foto credit Lapresse), subito dopo l'arrivo, ha dichiarato: "Ho sofferto molto oggi. Vincere a cronometro non è come vincere in volata, bisogna attendere anche due ore e aumenta lo stress.
Mi sono emozionato molto dopo l'arrivo, siamo in Italia e per me è speciale correre nel mio paese, considerando anche la vicinanza con il Velodromo di Montichiari che per me è una seconda casa. Sei cronometro vinte al Giro sono un grande risultato, così come è eccellente il risultato del team, con Thomas e Arensman che hanno guadagnato in classifica generale. Domani sarà una giornata intensa, prima di una settimana in cui dovremo lottare molto. Oggi c'era un pubblico spettacolare, la gente ai bordi delle strade mi ha incitato lungo tutto il percorso aiutandomi ad ottenere questo successo. C'è tantissimo lavoro dietro alla vittoria di oggi, anche perchè sono dettagli piccolissimi a fare la differenza. Sono andato sui miei standard e, a differenza di Perugia, oggi non c'era una salita nel finale. Pogacar mi ha comunque fatto soffrire, e in un certo modo devo ringraziarlo perchè mi ha dato la spinta giusta per superare i miei limiti. Questa vittoria mi rincuora, alla vigilia di una settimana molto dura anche a livello mentale. La cronometro era lunga meno di 32 km ma mi sono sembrati eterni, come fossero una Milano-Sanremo. Voglio finire bene il Giro prima di concentrarmi sulle Olimpiadi".

La Maglia Rosa Tadej Pogacar ha detto: "Guardando agli intertempi, io e Ganna abbiamo optato per due tattiche diverse. Ho voluto iniziare forte, perchè la prima parte mi si addiceva di più, per poi mantenere una buona cadenza senza andare in acido lattico. Anche se non ho vinto, sono contento del risultato perchè aumenta il gap sugli inseguitori. Mi sta piacendo sempre di più questo Giro, ed anche in squadra c'è un bell'ambiente che mi aiuta ad andare avanti. Abbiamo questo obiettivo da dicembre e vogliamo centrarlo".

ORDINE D'ARRIVO
1 - Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) - 31.2 km in 35'02", media di 53.434 km/h
2 - Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) a 29"
3 - Thymen Arensman (Ineos Grenadiers) a 1'07"

CLASSIFICA GENERALE
1 - Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
2 - Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) a 3'41"
3 - Daniel Felipe Martinez (Bora - Hansgrohe) a 3'56"

LE MAGLIE UFFICIALI
Maglia Rosa, leader della Classifica Generale, sponsorizzata da Enel - Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
Maglia Ciclamino, leader della Classifica a Punti, con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e ITA Italian Trade Agency - Jonathan Milan (Lidl-Trek)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)
Maglia Bianca, leader della Classifica Giovani, nati dopo il 01/01/1999, sponsorizzata da Eataly - Antonio Tiberi (Bahrain Victorious)
Ultimo aggiornamento: 18/05/2024 19:47:13
POTREBBE INTERESSARTI
Bene tra le donne Bruna Ferracane e tra gli uomini Paco Cottone, Marco Casagrande e Pietro Massini
Al via l’evento di WHOOP UCI Mountain Bike World Series: programma gare ed eventi
Domenica al via il primo dei cinque turni previsti per l'estate 2024
I dati dall’indagine sulla congiuntura economica in provincia
Aumenti medi dell'11% sul quadriennio 2023-2026
ULTIME NOTIZIE
Promossa da Asst di Valcamonica su quattro aree tematiche