Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Basket, EuroCup: Brescia paga a Ljubljana, Leonessa a mani vuote

martedì, 19 novembre 2019

Ljubljana – La Germani Brescia Leonessa raccoglie pochi sorrisi dalla trasferta in terra slovena: a Ljubljana, infatti, i biancoblu escono sconfitti con il punteggio di 73-62 per mano del Cedevita Olimpija, che mette le mani sui due punti in palio e prosegue la propria rincorsa a una qualificazione che al termine del girone d’andata per gli sloveni sembrava poco più di una chimera.

Oltre al danno, per la Germani c’è anche la beffa dello scarto finale, quegli 11 punti che permettono agli sloveni di ribaltare il -7 maturato in Italia nella gara d’andata. Solo alla fine dei giochi sapremo se questo è un particolare che avrà o meno il suo peso: Brescia, comunque, rimane ampiamente in lizza per centrare lo storico traguardo delle Top 16, che passeranno dalle rimanti sfide con Darussafaka e Nanterre e dagli altri risultati che matureranno nelle altre gare del girone. Quello che è certo è che Brescia si giocherà le proprie chances di qualificazione fino all’ultimo minuto dell’ultima gara.

La Germani gestisce il match rincorrendo gli avversari quasi per tutto il match, superandoli di fatto solo al termine del primo quarto. Le occasioni per mettere le mani sulla vittoria, però, non mancano al quintetto bresciano (Horton 13 punti, Abass 10), autore di un’importante fiammata nel terzo periodo e capace di non perdere realmente mai di vista gli avversari, bravi comunque a restare freddi nei minuti conclusivi del match.

L’avvio di gara si fa subito in salita per la Leonessa, che incassa un 8-3 iniziale sferzato dagli esplosivi padroni di casa. Superate le difficoltà iniziali, è l’equilibrio a farla da padrone. Vitali e Lansdowne capitalizzano gli sforzi collettivi marcando il vantaggio biancoblu (20-19) al 10. L’insidia, però, è però dietro l’angolo: Ljubljana torna alla carica in attacco ed è prepotente sotto le plance, cavalcando l’evidente fisicità che la contraddistingue. Gli sloveni trovano fiducia, quella che manca all’attacco della Germani, capace di segnare solo 6 punti nel secondo periodo di gioco, chiuso sul 38-26 a favore dei biancoverdi.

Al rientro sul parquet, arriva la sperata reazione: convinta in attacco e solida in difesa, con un parzialino di 9-0 in poco più di 3’, Brescia ribalta le carte in tavola portandosi ad un solo possesso di distanza dagli avversari (38-35). Ljubljana rispedisce al mittente i tentativi di aggancio bresciano, ma la Germani non cede le armi e rimane a stretto contatto (51-43 il risultato al 30’).

Nell’ultimo period, Brescia spreca le chances per riacciuffare gli sloveni, che colgono al volo la ghiotta occasione e raggiungono le 13 lunghezze di vantaggio. La fiammella di Brescia rimane accesa: Moss sgancia due bombe consecutive che valgono il -4 bresciano, rimettendo tutto in discussione. Nei concitati ultimi minuti di gara, la Leonessa paga distrazioni fatali, permettendo così agli avversari di prendere il largo con la sentenza dell’amaro esito finale.

Dopo la gara dell’Arena Stožice, la Germani tornerà in campo domenica prossima (ore 18.00), per affrontare in campionato la Carpegna Prosciutto Pesaro. L’appuntamento con la 7DAYS EuroCup, invece, tornerà martedì 10 dicembre, giorno in cui la Leonessa si esibirà sul campo del Darussafaka Tekfen Istanbul.

“Rivolgo i miei complimenti a Ljubljana, che nelle ultime settimane sta giocando un’ottima pallacanestro dopo un inizio difficile e questa sera ha meritato di vincere – le parole di coach Vincenzo Esposito in sala stampa -. Finché abbiamo rispettato il piano partita, siamo rimasti in gara. In ogni momento decisivo, però, abbiamo peccato di concentrazione e abbiamo commesso degli errori stupidi che ci sono costati la partita”.

“Eravamo consapevoli che Ljubljana, così come la maggior parte delle squadre di EuroCup, disponesse di un roster di qualità e talento e sapevamo che sarebbe stato in incontro particolarmente duro per noi – conclude l’allenatore casertano -. In alcuni momenti abbiamo fatto buone cose, in altri abbiamo avuto problemi, ma penso che abbiamo lottato per 40′. Il futuro? Affronteremo una gara alla volta, come sempre, iniziando a focalizzarci sulla sfida di campionato contro Pesaro”.

CEDEVITA OLIMPIJA LJUBLJANA-GERMANI BRESCIA LEONESSA 73-62 (19-20, 38-26, 51-43)
Cedevita Olimpija Ljubljana: Kruslin 11, Boatright 14 (5/7, 0/3), Krampelj ne, Hopkins 12 (2/4, 0/2), Muric 5 (1/1, 1/4), Mulalic ne, Miller-McIntyre 14 (4/8, 1/3), Blazic 1 (0/1, 0/3), Stipanovic 8 (4/6), Zagorac ne, Simonovic 2 (1/3, 0/2), Zirbes 6 (3/5). All: Rimac
Germani Basket Brescia: Zerini 2 (1/3), Warner 2 (1/2, 0/1), Abass 10 (2/5, 2/4), Cain 4 (2/4), Vitali 5 (1/3, 1/3), Laquintana 4 (2/3,), Lansdowne 10 (2/4, 2/6), Naoni ne, Guariglia ne, Horton 13 (1/4, 3/10), Moss 10 (1/3, 2/3), Sacchetti 2 (0/1, 0/1). All: Esposito
Arbitri: Hierrezuelo (SPA), Vilius (LIT) e Lavrukhin (RUS)
Note: Tiri da 2: Ljubljana 20/35 (57%), Brescia 13/32 (41%) | Tiri da 3: Ljubljana 5/25 (20%), Brescia 10/28 (36%) | Tiri liberi: Ljubljana 18/25 (73%), Brescia 6/11 (54%) | Rimbalzi: Ljubljana 44 (31 RD, 13 RO), Brescia 36 (26 RD, 10 RO)



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136