Ad

w

Ad
Ad


Cresce la sfiducia verso la politica

martedì, 5 ottobre 2021

Sempre meno cittadini si recano alle urne e la disaffezione la si vede sia nei piccoli Comuni, dalla Valle Camonica alla Valtellina, dal Trentino all’Alto Adige, sia nelle grandi città.

Quando i votanti sono attorno alla metà degli aventi diritto scatta il campanello d’allarme: è la sfiducia in chi ha amministrato o in chi ha governato a livello politico e qualsiasi persona eletta sa che è stato scelto dalla minoranza di quel paese o città.

La sfiducia nella politica parte da lontano: osservando i dati delle ultime tornate elettorali – amministrative e politiche – si scopre una diminuzione continua e la pandemia ha solo acuito il fenomeno. Il punto critico lo si è raggiunto in questa tornata amministrativa dove – fatta eccezionale per le grandi città – tutti i partiti hanno trovato difficoltà a proporre una lista di candidati.

In diversi Comuni – uno su 7 al voto in Valle Camonica  e ben 5 su 8 in Valtellina – è stata presentata una sola lista. In questi Comuni nei prossimi cinque anni non ci sarà il confronto tra maggioranza e opposizione, non ci sarà il controllo politico sulle scelte e sugli atti amministrativi e – come  accade in tanti altri municipi dove c’è una sola formazione politica – i consigli comunali saranno una formalità.

Una domanda sorge spontanea: in questi Comuni che differenza c’è tra gli amministratori odierni e il Podestà che amministrava paesi nel Ventennio?

In secondo luogo – e lo si è visto alle ultime Comunali in Valle Camonica e Valtellina – dove ci sono candidati credibili e soprattutto presentabili i cittadini vanno a votare. Basta dare un’occhiata alle percentuali di votanti nelle due vallate e legarlo ai nomi dei candidati sindaci o consiglieri comunali. Questo fa da contraltare ai dati sui votanti di Comuni piccoli e grandi dove le percentuali sono vicine alla metà degli aventi diritto. Un segno di disaffezione.

I sindaci appena eletti hanno ora un compito: offrire un segno di vitalità, coinvolgere di più i cittadini nelle scelte e ridare soprattutto fiducia ai cittadini. Solo così o cittadini torneranno alle urne.

di Angelo Riva



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136