Ad
a
Ad
Ad


Volley, a Lubiana la Finale di 2022 CEV Champions League: la guida a Trentino Itas-Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle

sabato, 21 maggio 2022

Quando:
22 maggio 2022@21:00–22:00 Europe/Rome Fuso orario
2022-05-22T21:00:00+02:00
2022-05-22T22:00:00+02:00

Si gioca domenica 22 maggio all’Arena Stozice di Lubiana la finale di 2022 CEV Champions League. Nella partita che assegna l’annuale titolo di Campione d’Europa per Club la Trentino Itas affronterà i polacchi campioni in carica del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle, come già accaduto nell’edizione 2021. Fischio d’inizio programmato per le ore 21; diretta su RAI 2, Radio Dolomiti, discovery+, Eurosport 2, DAZN, TimVision, Amazon Video Channel.

QUI TRENTINO ITAS Dopo ventiquattro giorni di attesa, la formazione gialloblù si appresta a tornare campo per l’ultima partita della stagione 2021/22, la più importante. Kaziyski e compagni sono arrivati in Slovenia già venerdì pomeriggio, al termine di tre intere settimane di allenamenti, senza partite ufficiali, in cui lo staff tecnico ha proposto ai giocatori un notevole volume di attività per arrivare nel miglior modo possibile all’appuntamento sia dal punto di vista tecnico sia fisico.
Angelo Lorenzetti per l’occasione potrà contare su tutti i tredici giocatori della rosa. La Trentino Itas perfezionerà la preparazione al match fra l’allenamento di questa sera e quello di domenica mattina all’Arena Stozice. Nel roster sono otto i giocatori che hanno disputato una o più finali europee per Club: l’elenco comprende Kaziyski, De Angelis, Cavuto, Podrascanin, Michieletto, Lisinac, Sperotto e Sbertoli.

NONA FINALE EUROPEA, LA TRENTOTTESIMA DI SEMPRE NELLA STORIA DEL CLUB Per Trentino Volley quella in programma domenica sarà la nona finale europea della sua storia, la quattordicesima internazionale negli ultimi tredici anni. Sarà la trentottesima in assoluto; nel computo si segnalano anche i ventiquattro ultimi atti disputati in campo nazionale: i tre giocati contro Piacenza nei playoff scudetto 2008, 2009 e 2013 (rispettivamente al meglio delle tre e cinque gare), le sei finale disputate contro Cuneo (Coppa Italia 2010 e 2011, V-Day 2010 e 2011, Supercoppa Italiana 2010 e 2011), le sette contro Macerata (V-Day 2012, Play Off 2017, Coppa Italia 2012 e 2017, Supercoppa Italiana 2008, 2012 e 2013), le cinque con Modena (Coppa Italia 2015 e 2016, finale scudetto 2015, finale di Supercoppa Italiana 2015 e 2018) e le più recenti: con Monza in Supercoppa e con Perugia in Coppa Italia. Il bilancio nelle partite che assegnano un titolo vede la formazione gialloblù vittoriosa in diciannove circostanze su trentasette: la particolarità sta nel fatto che Trentino Volley sino ad oggi ha vinto nove delle tredici finali internazionali a cui ha preso parte. All’incredibile ruolino di marcia, oltre alle Champions League (2009, 2010 e 2011) vanno infatti aggiunte anche cinque finali del Mondiale per Club, le prime quattro giocate a Doha contro il Belchatow (3-0 l’8 novembre 2009 e 3-1 il 21 dicembre 2010), Jastrzebski (3-1, il 14 ottobre 2011) e Cruzeiro (19 ottobre 2012, 3-0) e quella a Czestochowa (2 dicembre 2018) contro Civitanova oltre a quella di CEV Cup (vinta ad Istanbul il 27 marzo 2019).

I NUMERI IN CHAMPIONS LEAGUE DI TRENTINO VOLLEY Domenica sera Trentino Volley disputerà la 115^ partita della sua storia in Champions League, concludendo l’undicesima partecipazione assoluta al massimo trofeo continentale per Club. Il bilancio è di 88 vittorie e 26 sconfitte, l’ultima delle quali rimediata il 7 aprile alla BLM Group Arena con Perugia prima del trionfale golden set. Lontano da Trento ha vinto 44 delle 62 partite complessivamente disputate. L’atleta che ha collezionato il maggior numero di presenze con la maglia gialloblù in questa competizione è Kaziyski (62). La Società gialloblù nella sua storia ha sfidato cinque differenti squadre polacche: oltre al Kedzierzyn-Kozle (9), in archivio ci sono incontri anche col Belchatow (4), Czestochowa (2), Jastrzebski (2) e Rzesow (2).

GLI AVVERSARI Il Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle, conosciuto semplicemente col nome di Zaksa, si presenta all’appuntamento come campione in carica e fortemente rinnovata rispetto alla Finale vinta il primo maggio del 2021 a Verona. Metà del sestetto titolare di allora (il palleggiatore Toniutti, il libero Zatorski ed il centrale Kochanowski) nella scorsa estate ha infatti fatto le valigie, assieme all’allenatore Nikola Grbic. La Società ha comunque trovato in fretta sostituti all’altezza, come il regista Janusz, il posto 3 Huber (che a Lubiana non ci sarà, causa infortunio, al suo posto giocherà Rejno) e lo specialista della seconda linea lo statunitense Shoji. Il nuovo allenatore George Cretu (ex Bassano e Resovia) ha potuto però contare per l’intera stagione sull’intero trio di palla alta campione d’Europa (Kaczmarek, Sliwka, Semeniuk) e sul centrale Smith, tutti grandi protagonisti della cavalcata trionfale della precedente edizione; i risultati hanno ulteriormente confermato la bontà di questo blocco. La vittoria della 2021 CEV Champions League ha ratificato la centralità della Società nella pallavolo polacca, tenendo conto che nel suo palmares trovano spazio ben nove scudetti (l’ultimo vinto poco più di una settimana fa in Finale contro lo Jastrzebski) e nove Coppe Nazionali (la più recente vinta il 27 febbraio scorso, proprio contro lo Jastrzebski), oltre ad una serie di altri prestigiosissimi piazzamenti in campo europeo. Il più significativo è senza ombra di dubbio quello fatto registrare nella stagione 2010/11, quando arrivò ad un passo dalla vittoria proprio della Coppa CEV, cedendo solo al golden set nel doppio confronto di finale con la Sisley Treviso. Quella che si concluderà in Slovenia è l’undicesima partecipazione al massimo trofeo continentale. La rosa del Grupa Azoty Kedzierzyn-Kozle: 2. Lukasz Kaczmarek (o), 3. Markus Kosian (c), 4. Krzysztof Rejno (c), 5. Marcin Janusz (p), 8. Adrian Staszewski (s), 9. Bartlomiej Kluth (o), 11. Aleksander Sliwka (s), 13. Kamil Semeniuk (s), 15. David Smith (c), 16. Tomasz Kalembka (c), 18. Michal Kozlowski (p), 21. Wojciech Zalinski (s); 22. Erik Thomas Shoji (l), 71. Korneliusz Banach (l). Allenatore Gheorghe Cretu.

LA FORMULA La 2022 CEV Champions League verrà assegnata, come da tradizione, in una singola partita. Dall’edizione 2019 la vera novità è rappresentata dalla cancellazione della Final Four in favore di una sola giornata di gare, in cui si disputano nella stessa sede match femminile e maschile. La partita della Trentino Itas sarà quindi anticipata alle ore 18 dal confronto fra Conegliano ed Istanbul che deciderà quale club si aggiudicherà la 2022 CEV Champions League in rosa.

I PRECEDENTI I due Club vantano una lunga serie di confronti diretti nelle Coppe Europee, tant’è vero che lo Zaksa rappresenta, assieme alla Dinamo Mosca, la squadra straniera affrontata il maggior numero di volte da Trentino Volley con nove precedenti ufficiali. Oltre alla Finale della precedente edizione (1° maggio 2021 a Verona, 3-1 per i polacchi), il duello è andato in scena nella fase a gironi delle edizioni 2012, 2013 e 2018 della Champions League e nella semifinale di Coppa CEV 2015. Il bilancio sorride ai colori gialloblù per 5-4, con Trento che però ha perso gli ultimi tre scontri diretti: oltre al precedente in terra scaligera, ci sono infatti anche le partite giocate il 20 dicembre 2017 in Polonia e poi il 14 febbraio 2018 alla BLM Group Arena. Contro la formazione polacca Matey Kaziyski ha realizzato un record di Trentino Volley relativo alle coppe europee: quello degli ace realizzati in una sola partita da singolo un giocatore gialloblù. Il 28 marzo 2015 proprio contro lo Zaksa, il capitano firmò 8 ace personali contribuendo in maniera fondamentale al successo casalingo per 3-2.

GLI ARBITRI La gara sarà diretta dal francese Fabrice Collados, coadiuvato dalla turca Nurper Ozbar. Fra i due, quello a vantare il maggior numero di precedenti con Trentino Volley è Collados, residente a Vienne, che ha diretto i gialloblù in cinque occasioni, tutte riferite alla Champions League: Trentino-Ceske Budejovice 3-0 del 10 dicembre 2009 (fase a gironi), Maaseik-Trento 1-3 del 14 gennaio 2014 (andata dei quarti di finale), Civitanova-Trento 0-3 del 16 aprile 2016 a Cracovia (semifinale), Izmir-Trento 1-3 dell’1 febbraio 2018 (fase a gironi), ma soprattutto la Finale Kazan-Trento 3-2 del 17 aprile 2016, sempre a Cracovia. In passato ha diretto anche la Finale dell’edizione 2018 (vinta dai padroni di casa del Kazan per 3-2 sulla Lube il 13 maggio) e 2015 (Kazan-Resovia 3-0 a Berlino il 29 maggio). Per Ozbar, residente ad Istanbul, si tratterà invece del secondo incrocio con la Società trentina, già diretta in occasione del match esterno giocato il 19 febbraio 2020 a Ceske Budejovice (Repubblica Ceca) e vinto per 3-2 in rimonta dai gialloblù (ultima partita della fase a gironi di quell’edizione di Champions League, poi interrotta causa pandemia). L’unico precedente di Trentino Volley in una Finale con un fischietto turco è riferito all’edizione 2010 di Champions League: 2 maggio 2010, Trento-Dinamo Mosca 3-0 arbitrata da Sokullu.

TV, RADIO ED INTERNET Il match sarà un evento mediatico globale, godendo della trasmissione in diretta di qualsiasi tipo di media. In televisione sarà trasmesso dal canale generalista RAI 2. Le immagini verranno diffuse anche su internet in streaming video e audio all’indirizzo www.raisport.rai.it e sull’applicazione “RAI Play”, visibile su qualsiasi tipo di device. La telecronaca della gara maschile sarà affidata a Maurizio Colantoni ed Andrea Lucchetta.
La gara sarà raccontata con continui aggiornamenti in diretta da Radio Dolomiti, media partner della Trentino Volley. Le frequenze per ascoltare il network regionale sono consultabili sul sito www.radiodolomiti.com, dove sarà inoltre possibile seguire anche la radiocronaca live in streaming.
Prevista anche la diretta in streaming video sullo spazio sulla piattaforma “Discovery+”, acquistando il pacchetto “Intrattenimento + Sport” (abbonamento annuale al prezzo di 69,90 euro). Per maggiori informazioni www.discoveryplus.it/myaccount/products.

Il match sarà visibile in diretta anche su Eurosport 2 e di conseguenza su tutte le piattaforme di live streaming che trasmettono il canale come DAZN, TimVision, Amazon Video Channel.
Su internet, inoltre, gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dallo stesso www.trentinovolley.it e saranno attivi anche sui Social Network gialloblù (www.trentinovolley.it/facebookwww.trentinovolley.it/instagram e www.trentinovolley.it/twitter).
OLTRE 800 TIFOSI TRENTINI ALL’ARENA STOZICE Dopo aver dovuto giocoforza saltare la Finale dell’edizione precedente a Verona, i tifosi trentini sono pronti a spostarsi in massa verso la Slovenia per seguire dal vivo il match. Saranno oltre ottocento fra viaggio organizzato dalla Curva Gislimberti (sei pullman) e auto private. Tutti indosseranno una speciale maglietta gialla che colorerà in maniera appariscente e distintiva la Arena Stozice di Lubiana.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136