Ad
w

Ad
Ad
 
Ad


Sondrio, l’ortofrutta in aiuto dell’abbronzatura

venerdì, 23 luglio 2021

Quando:
24 luglio 2021@11:55–12:55 Europe/Rome Fuso orario
2021-07-24T11:55:00+02:00
2021-07-24T12:55:00+02:00

Frutta e verdura come aiuto naturale per l’abbronzatura: lo rimarca Coldiretti Sondrio, che ha stilato una vera e propria “top-ten” della tintarella dal campo alla tavola. Si tratta, in particolare, di ortaggi e frutti di stagione ricchi di vitamina A e beta-carotene, quindi preziosi per combattere le alte temperature e per stimolare la melanina, barriera difensiva messa in atto dal nostro organismo per non farsi danneggiare dal sole.

Al primo posto della classifica troviamo le carote, abbronzante naturale per eccellenza, che contengono 1200 microgrammi di vitamina A (o quantità equivalenti di caroteni) ogni 100 grammi di polpa. Al secondo posto ci sono invece i radicchi, che ne contengono circa la metà (500-600). Al terzo ci sono le albicocche (350-500), seguono cicorie e lattughe (220-260). Il quinto posto è occupato dai meloni gialli (200), poi i sedani (200), i peperoni (100-150) e i pomodori (50-100) che contengono comunque contenuti elevati di vitamina A o caroteni. La penultima posizione è occupata dalle pesche (100) e, infine, ci sono cocomeri e ciliegie (20-40).

Con il caldo – ribadisce la Coldiretti provinciale – è importante consumare frutta e verdura fresca, fonte di vitamine, sali minerali e liquidi preziosi per mantenere l’organismo in efficienza e per combattere i radicali liberi prodotti come conseguenza dell’esposizione solare. Antiossidanti “naturali” sono infatti le vitamine A, C ed E che – sottolinea Coldiretti Sondrio – sono contenute in abbondanza in frutta e verdura fresca.

Validi alleati per reperire i prodotti sono le imprese di Campagna Amica, che domani (sabato 24) daranno vita al “tintarella day” all’AgriMercato di Sondrio, dove frutta e verdura che coniugano la salute a un valido aiuto all’abbronzatura saranno protagonisti di una mostra: un’occasione in più per ribadire l’importanza della biodiversità agroalimentare che distingue la provincia alpina, con una molteplicità di fattori benefici contenuti nei prodotti agricoli. “Ed è ancor più importante scegliere di mangiare stagionale e locale, godendo della freschezza di un prodotto appena raccolto in campagna” commenta il presidente di Coldiretti Sondrio Silvia Marchesini. “Un’attenzione che dovremmo far maturare anche nei più piccoli in un’ottica di sostenibilità ambientale oltre che culturale nel rispetto di una tradizione produttiva, peculiarità del territorio dove viviamo”.

Ricordiamo che a Sondrio, l’AgriMercato del venerdì si è trasferito temporaneamente in piazza Campello. Invariato l’appuntamento di sabato presso la struttura coperta di piazzale Bertacchi, di fronte alla stazione ferroviaria. Oltre al duplice appuntamento a Sondrio, i produttori di Campagna Amica danno vita anche ai mercati agricoli di Morbegno (via V Alpini, il giovedì) Tirano (viale Cappuccini/Piazza delle Torri, sempre il giovedì) e Bormio (piazza Cavour, ogni due domeniche). Tutti gli AgriMercati in provincia di Sondrio hanno luogo al mattino.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136