Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


Levico, Masera addio e nuovi spazi all’istituto alberghiero

venerdì, 9 aprile 2021

Quando:
21 aprile 2021@18:45–19:45 Europe/Rome Fuso orario
2021-04-21T18:45:00+02:00
2021-04-21T19:45:00+02:00

Nell’ambito dell’aggiornamento del protocollo d’intesa tra Provincia autonoma di Trento e Comune di Levico, il presidente Maurizio Fugatti ha incontrato i rappresentanti dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianni Beretta, accompagnato dal vicesindaco Patrick Arcais e dal segretario Nicola Paviglianiti. Nel corso della riunione, sono stati individuati i primi interventi da affrontare sul territorio del centro valsuganotto, che spaziano dall’area Masera alla valorizzazione degli edifici per il secondo ciclo di istruzione. All’appuntamento hanno preso parte – tra gli altri – anche il direttore generale della Provincia Paolo Nicoletti e i dirigenti generali Stefano De Vigili, Roberto Ceccato e Luciano Martorano.

Sul compendio dell’area Masera, di proprietà della Provincia, sono state rilevate criticità di natura statica dovute all’abbandono dell’edificio principale. Saranno dunque demolite le strutture esistenti, per un totale di circa 20mila metri cubi su una superficie complessiva di 7.000 metri. L’area – dove sarà conservato l’immobile concesso in comodato d’uso gratuito al Comune ed utilizzato come sede da alcune associazioni del paese – sarà impiegata come parcheggio di attestamento, anche alla luce della sua posizione strategica all’ingresso dell’abitato.
Per quanto riguarda invece l’offerta formativa superiore di secondo grado, i rappresentanti istituzionali hanno concordato di investire in primo luogo sull’ampliamento della sede dell’Istituto professionale alberghiero, che attualmente ha una succursale presso le ex scuole medie. L’obiettivo è dunque quello di realizzare 6 nuove aule e altrettanti laboratori, oltre a una sala ginnica, all’interno della sede di via Ziehl con una spesa complessiva di 4 milioni di euro. In prospettiva, i locali liberati dall’alberghiero alle ex medie potranno accogliere gli studenti dell’indirizzo tecnico-economico turismo del Marie Curie. Infine, per quanto riguarda l’Opera Barelli, sono stati individuati alcuni interventi di manutenzione interna da programmare. In corso d’anno verrà inoltre valutata un’ipotesi di valorizzazione dell’ex Cinema Città, progetto molto sentito dall’Amministrazione comunale.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136