Ad
Ad


Centro di Sperimentazione Laimburg, prove sperimentali cavolo cappuccio

mercoledì, 17 agosto 2022

Quando:
23 agosto 2022@17:00–17:15 Europe/Rome Fuso orario
2022-08-23T17:00:00+02:00
2022-08-23T17:15:00+02:00

Presentazione prove sperimentali sul cavolo cappuccio, il Centro di Sperimentazione Laimburg illustra i risultati relativi alle diverse varietà: locali, ibride e non ibride. Nel campo di Orticoltura presso Oris in Val Venosta, ha avuto luogo la presentazione delle prove sperimentali su un particolare ortaggio, a cura dei ricercatori del Centro di Sperimentazione Laimburg. L’ortaggio presentato, il cavolo cappuccio per l’industria, è un tipo di cavolo bianco particolarmente adatto alla produzione di crauti. In un progetto di un anno, sono state coltivate diverse varietà locali, ibride e non ibride comunemente utilizzate nella prassi, al fine di esaminarle e confrontarle in relazione a diversi parametri agronomici.

Il Centro di Sperimentazione Laimburg, fondato nel 1975, è il centro di ricerca per l’agricoltura e la qualità degli alimenti in Alto Adige. Tramite attività di sperimentazione e ricerca effettuate con criteri scientifici creiamo know-how, elaboriamo soluzioni e realizziamo innovazioni per l’agricoltura e la trasformazione agroalimentare. Con le nostre ricerche garantiamo in Alto Adige la coltivazione e la produzione di prodotti agricoli di alta qualità e diamo un contributo concreto allo sviluppo delle aziende locali. ll Programma di attività viene elaborato e definito annualmente durante le riunioni dei Comitati scientifici di settore, ai quali partecipano rappresentanti dell’agricoltura e della trasformazione agroalimentare locale. In questo modo viene assicurato che le nostre attività di sperimentazione e di ricerca siano rivolte alle necessità concrete della realtà agricola in Alto Adige. Ogni anno i nostri oltre 200 collaboratrici e collaboratori lavorano a circa 350 progetti di ricerca e sperimentazione in tutti i settori dell’agricoltura altoatesina, dalla frutti- e viticoltura, alle colture speciali come verdura e piccoli frutti, all’agricoltura montana, fino alla trasformazione e qualità degli alimenti e l’innovazione di prodotto per le aziende del settore. Copriamo così l’intera catena di produzione alimentare dalla coltivazione al prodotto finito.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136