Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
 
Ad
Ad
 
Ad


Bressanone, conclusi i lavori alla sorgente Weinberg

venerdì, 16 aprile 2021

Quando:
17 aprile 2021@14:55–15:55 Europe/Rome Fuso orario
2021-04-17T14:55:00+02:00
2021-04-17T15:55:00+02:00

La sorgente Weinberg, che parte dall’abitato di Elvas e termina nel fiume Isarco, a Bressanone, dopo un tragitto di circa 900 metri, è stata messa in sicurezza. Si sono infatti conclusi i lavori dell’Ufficio sistemazione bacini montani Nord dell’Agenzia per la protezione civile, che hanno contribuito a stabilizzare la quasi totalità (800 metri) della sorgente. L’opera, avviata quattro anni fa, è proseguita quest’anno con il secondo lotto che ha riguardato circa 630 metri di sorgente per un investimento di 450.000 euro. Ora la sorgente Weinberg può contare su opere di protezione delle sponde lungo entrambi i lati che consentiranno di evitare l’erosione.

Secondo il responsabile del progetto, Philipp Walder, si tratta di “un intervento resosi necessario alla luce dell’intensificarsi delle precipitazioni degli ultimi anni, che avevano portato notevoli quantitativi di acqua a defluire nella sorgente”. Le opere di protezione delle sponde sono state realizzate utilizzando granito e muri a secco, al fine di mitigare l’impatto con il paesaggio circostante. La difficoltà principale nell’esecuzione dei lavori è stata legata alla carenza di spazio: il trasporto del materiale, in una zona quasi inaccessibile per i mezzi pesanti, è stato in parte eseguito con l’utilizzo di veicoli cingolati.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136