Ad
a
Ad
Ad


AbC IRIFOR torna il teatro accessibile

venerdì, 21 gennaio 2022

Quando:
23 gennaio 2022@18:30–19:30 Europe/Rome Fuso orario
2022-01-23T18:30:00+01:00
2022-01-23T19:30:00+01:00

Torna il Teatro Onlife, il progetto che la Cooperativa AbC IRIFOR e la Fondazione Aida propongono per un teatro a distanza rivolto a bambini e famiglie e accessibile anche a chi non sente.

Grazie al contributo di Fondazione Caritro, la serie di spettacoli per tutti continua e il 23 gennaio alle ore 18.00 (e in replica alle 18.45) sulla piattaforma www.teatroonlife i piccoli spettatori potranno partecipare al nuovo appuntamento con “Un pianeta da salvare” (info su https://www.fondazioneaida.it/evento/un-pianeta-da-salvare).

Si tratta di un’esperienza digitale inclusiva sull’educazione e sul rispetto per l’ambiente, consigliato a tutti i bambini dai 4 anni in su, anche con disabilità uditiva; l’accessibilità è garantita dal servizio di interpretariato in lingua dei segni offerto dagli operatori di AbC IRIFOR del Trentino.

Lo spettacolo è scritto da Simone Dini Gandini e interpretato da Lucia Messina per sensibilizzare sul tema dell’educazione e rispetto dell’ambiente. Ambientato su Marte nel 3022 il Professor Protonicus è pronto ad aprire un varco spazio-temporale per spedire indietro nel tempo sulla Terra un piccolo uovo robot di sua invenzione, il potente L0V3, che, una volta schiuso, avrà il compito di ripulire il pianeta Terra prima che i rifiuti lo sommergano e gli umani siano costretti a trasferirsi su Marte. Il software implementato per questo progetto di Teatro Onlife consente all’attrice di animare le illustrazioni realizzate da Francesco Zatti “umanizzando” i personaggi e rendendoli immediati agli occhi degli utenti.

 

Teatro Onlife: come funziona per il bambino

Il bambino accede alla piattaforma www.teatroonlife.it con l’aiuto di un adulto, guarda lo spettacolo da solo o con un gruppo di amici, interagisce attraverso quiz e giochi integrati nella performance di edutainment con contenuti originali messi a punto dallo staff artistico di Fondazione Aida, comprende e usa l’interfaccia grafica in modo autonomo accedendo a risorse educative e ludiche offline.

L’attore controlla l’interfaccia dell’app di tutti i bambini e guida l’avanzamento del gioco interagendo con loro.

Massima sicurezza: l’accesso alla piattaforma è controllato, i flussi sono criptati, i dati sono custoditi su server dedicati in Europa; i genitori accedono a un’area dedicata tramite webapp.

Rispetto a video giochi, eventi in streaming e altre app di edutainment, la piattaforma Teatro Onlife sintetizza tre aspetti fondamentali: i contenuti veicolati attraverso il linguaggio del teatro per ragazzi garantito da una delle compagnie più longeve in questo settore, una tecnologia all’avanguardia che coglie l’importanza di elaborare servizi interattivi, dedicati, formativi e in sicurezza.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Pierangelo Panzeri - P. IVA 03457250136