Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Sondrio Festival, il film ‘La taiga: le foreste del grande nord’ vince l’edizione 2020

lunedì, 30 novembre 2020

Sondrio – “La taiga: le foreste del grande nord” del regista Kevin Mac Mahon ha vinto la 34esima edizione del Sondrio Festival. La Mostra internazionale dei documentari sui parchi si è conclusa con le premiazioni, ma fino al 3 dicembre si potranno ancora visionare i film. “Il Festival – hanno sottolineato gli organizzatori – ha lo scopo di creare una coscienza ambientale con incontri e testimonianze, diffondendo la cultura dei parchi e delle aree protette”.

La taiga le foreste del grande nord - foto credit Sondrio FestivalQuest’anno Sondrio Festival, rassegna internazionale unica nel suo genere, dedicata principalmente ai documentari naturalistici, di alto livello scientifico e cinematografico, realizzati nei parchi naturali e aree protette di tutto il mondo, è stata organizzata in streaming ed ha conquistato il pubblico. Oltre alle proiezioni dei documentari in concorso, con la presenza degli autori, sono state proposte attività collaterali rivolte alle scuole.

Il documentario “La taiga: le foreste del grande nord” (nella foto credit Sondrio Festival) del regista Kevin Mac Mahon ha conquistato la giuria internazionale, presieduta da Daniela Berta. Inoltre la giuria ha assegnato il premio “Parco Nazionale dello Stelvio“ a “Salmone rosso del Pacifico: il tesoro della Kamchatka“ di Dmitriy Shpilenok, girato nella riserva naturale di Kronockij, in Russia, mentre il premio “Regione Lombardia” è andato a “I prati, un paradiso perduto?”, ambientato in aree protette tedesche e austriache. Una menzione speciale al documentario “Il tempo di una vita“ girato nel Parco del Gran Paradiso e il premio del pubblico è andato a “Okavango, il fiume dei sogni”, di Dereck Joubert.

Nella cerimonia conclusiva il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini ha sottolineato: “E’ un riconoscimento meritato per l’efficacia del messaggio, la chiarezza dei dati e la qualità narrativa e tecnica combinati in un documentario informativo ed educativo, fluido e godibile”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136