Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Trento: maltratta l'anziana madre, 29enne arrestato

Intervento della Polizia di Stato

Trento - Giovane trentino arrestato dalla Polizia di Stato per atti persecutori nei confronti della madre. I fatti: giunto a casa della madre, di 72 anni, al rifiuto di aprire la porta, ha iniziato ad inveire contro di lei, urlando che prima o poi avrebbe la porta.

Impaurita, l'anziana madre vittima decideva di chiamare la Polizia di Trento, anche perché il figlio, 29 anni, già in passato si è reso protagonista nei suoi confronti di atti simili oltre che di maltrattamenti, rispetto ai quali era stato anche condannato Una volta giunto, il personale della Squadra Volante intercettava il giovane sotto casa che prontamente veniva fermato. Altro equipaggio si preoccupava invece di prendere contatti con la vittima.

Una volta tranquillizzata, la donna riferiva che quanto accaduto era solo uno degli episodi avvenuti nell’ultimo mese, che l’avevano costretta a cambiare abitudini di vita oltre che a temere per la propria incolumità, anche in virtù delle minacce di morte proferite dal figlio.
Terminati gli atti di rito, in accordo con il Pm di turno, il soggetto è stato condotto presso la locale casa circondariale in attesa dell’udienza di convalida davanti al Gip di Trento.

Ma quello di ieri è solo uno dei reati commessi nell’ultimo mese; infatti già il 13 maggio il giovane era stato arrestato per resistenza, lesioni, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale, dopo che la volante era intervenuta per un contenzioso tra lui e il proprietario di casa dove era in affitto. Al termine dell’intervento il soggetto andava in escandescenza prima insultando e poi aggredendo gli operatori; in particolare uno riportava una micro frattura al dito con prognosi di 15 giorni; il secondo una distorsione alla caviglia con prognosi di 5 giorni. A seguito di giudizio per direttissima era stato disposto nei suoi confronti l’obbligo di firma alla Polizia Giudiziaria, misura a cui il soggetto non ha mai ottemperato.

Ed ancora la notte del 18 maggio si era reso protagonista di un’aggressione senza motivo nei confronti di due dipendenti di un bar sito in questo centro, costrette poi a barricarsi nel locale in attesa dell’intervento delle volanti. Una delle vittime riportava anche lesioni essendo stata afferrata al collo e avendo ricevuto un pugno.
Ultimo aggiornamento: 23/05/2024 23:14:35
POTREBBE INTERESSARTI
Il tempestivo intervento dei carabinieri ha evitato il peggio
Bolzano - Le Pattuglie della Squadra “Volanti” Polizia di Stato sono state chiamate più volte a fronteggiare furti e...
I militari delle Fiamme Gialle altoatesine hanno scoperto nello zaino 115 dosi di cocaina
ULTIME NOTIZIE
Al ballottaggio ha vinto la colazione di centrodestra sostenuta da Chiari al centro
Ha presentato i concorsi "Fiormaggi" e "Un fiore nel piatto" al festival Gustò di Orbassano
Brilla Manuel Verzeroli, primo nella categoria Yout
24/06/2024 14:15 - 24/06/2024 18:30
24/06/2024 14:30 - 24/06/2024 23:30
24/06/2024 15:00 - 24/06/2024 18:00