Ad

w

Ad
Ad


Spaccio di droga e immigrazione clandestina, coppia denunciata a Merano

giovedì, 25 novembre 2021

Merano – Spaccio di droga e immigrazione clandestina, coppia denunciata a Merano. I militari della Compagnia Carabinieri altoatesina hanno denunciato in stato di arresto un 24enne tunisino per spaccio di droga e in stato di libertà una 37enne per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Un’autopattuglia dell’aliquota radiomobile del NOR CC di Merano ha fermato e sottoposto a controllo un uomo nordafricano, dalla verifica sull’identità è emerso che l’uomo non solo era irregolare sul territorio nazionale ma aveva anche diversi precedenti per droga e quindi i militari lo hanno perquisito trovandogli addosso circa mezzo etto di hashish.

Sono quindi andati al suo domicilio scoprendo che era ospitato da una donna di Merano. In casa hanno trovato quattrocento grammi di hashish e dieci grammi scarsi di marijuana oltre che 1.550 euro in contanti. Il tutto è stato ovviamente sottoposto a sequestro.

La donna è stata denunciata a piede libero per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. L’uomo invece, accompagnato in caserma e sottoposto ai consueti rilievi, è stato dichiarato in stato d’arresto e, informato il pubblico ministero, è stato sottoposto alla misura precautelare presso il domicilio in attesa di udienza di convalida. A suo carico anche un’accusa di falso materiale poiché la patente italiana di guida esibita ai militari era falsa.

I militari dell’aliquota operativa, la notte immediatamente successiva, sono andati in casa per i consueti controlli sul rispetto delle prescrizioni ai detenuti e arrestati domiciliari e non lo hanno trovato. è stato quindi denunciato anche per evasione.

Il giudice, l’indomani, constatata l’evasione e quindi la contumacia dell’indagato ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Ora è ancora “uccel di bosco” ma è attivamente ricercato dai carabinieri affinché sia accompagnato nel luogo imposto dal giudice, dietro le sbarre.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136