Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

In Trentino 113 denunciati e 16 arrestati dalla Polizia di Stato

E' il bilancio del primo semestre

Trento - Un primo semestre del 2024 all’insegna della sicurezza in Trentino, a partire dal centrale settore del controllo del territorio: la questura di Trento ha controllato 13.599 persone - con 113 denunciati e 16 arrestati - ed ha proceduto al sequestro di circa 2,5 kg di sostanza stupefacente e di oltre 100.000 euro quale provento dell’attività di spaccio.

Il Commissariato di Polizia di Stato di Rovereto ha controllato 2.681 persone, denunciandone 79 all’Autorità Giudiziaria ed arrestandone 2, mentre il Commissariato di Polizia di Stato di Riva del Garda ha controllato 4.005 persone, con 57 denunciati.

L’attività della Squadra Mobile, che ha riportato 17 arresti in flagranza, 1 fermo di polizia giudiziaria, 71 indagati ed ha sequestrato oltre 10kgdisostanzastupefacente. Tra le operazioni più rilevanti, si segnala l’operazione “Alla Vecia” dello scorso marzo, riguardante un’associazione per delinquere finalizzata al traffico e alla cessione di sostanze stupefacenti operativa dal mese di maggio 2022 nell’attività di approvvigionamento e cessione di sostanza stupefacente in ambito provinciale.
In tale contesto sono stati denunciato 11 soggetti: per uno di loro è scattata la custodia cautelare in carcere, mentre per altre 4 persone è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

Per quanto riguarda la Divisione Anticrimine sono stati 25 gli ammonimenti emessi per violenza domestica e 22 quelli per stalking, oltre a 44 avvisi orali, 5 D.A.SPO. per fatti commessi in occasione di manifestazioni sportive e 26 fogli di via obbligatori dal Comune di Trento nei confronti di soggetti pregiudicati.

Non solo attività di controllo, tuttavia, quelle poste in essere dalla Polizia di Stato.

La Divisione P.A.S. ha garantito l’emissione di 13.292 passaporti, anche grazie alla perdurante iniziativa dello “sportello itinerante nelle valli” della Provincia, in particolare in Val di Non e Val di Sole, nelle valli di Fiemme e Fassa, e nel Primiero.

L’Ufficio Immigrazione, invece, ha già acquisito 6.069 istanze per il rilascio di permesso di soggiorno, consegnandone 5.715, mentre per i restanti sono in corso ulteriori accertamenti. Senza dimenticare l’attenzione al contrasto di soggetti irregolari sul territorio della Provincia: sono 45 gli ordini del Questore a lasciare il territorio, con 30 soggetti accompagnati ai C.P.R. – di cui 20 già rimpatriati – e 5 accompagnamenti alla frontiera.

Inoltre, l’attenzione assoluta verso la gestione dell’ordine pubblico ha portato alla predisposizione, da parte dell’Ufficio di Gabinetto della Questura, di quasi 1.000 ordinanze nel corso di questi sei mesi,relative ad eventi in tutta la Provincia.
Ultimo aggiornamento: 25/06/2024 22:57:30
POTREBBE INTERESSARTI
Idro (Brescia) - La Provincia di Brescia ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione della deviante alla Sp...
Ric4rche in corso da parte dei vigili del fuoco di Riva del Garda
Valsugana (Trento) - Dopo qualche anno di assenza, ieri sera la bellezza del Concorso Miss Italia è tornata ad essere...
A causa di un incidente ad Artogne, strada chiusa in mattinata
Bolzano - Prosegue incessantemente l’operato dell'Arma dei carabinieri di Bolzano e della Guardia di Finanza. Non...
Bolzano - La Squadra Mobile, a seguito di diverse denunce di furti commessi nei negozi all’interno dei centri...
ULTIME NOTIZIE
Monno (Brescia) - Una scritta con vernice rossa, il cippo che ricorda i caduti delle Seconda Guerra Mondiale è stata...