Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Droga in strada e sulle piste da sci della Valchiavenna, un arresto e tre segnalati dai carabinieri

lunedì, 9 dicembre 2019

Madesimo – Grinder è il nome del labrador del Nucleo Carabinieri Cinofili di Orio al Serio che nella notte tra sabato e domenica ha aiutato i colleghi del Comando di Campodolcino nei controlli eseguiti tra Madesimo e Campodolcino. Le due località, complice la neve, si stanno rapidamente riempiendo di turisti e, per garantirne la sicurezza, si intensificano i controlli dell’Arma sia sulle piste che nei centri urbani. Diversi locali pubblici e zone di aggregazione controllati e, grazie anche al fiuto del labrador, circa 15 grammi di hashish sequestrata unitamente a tre spinelli. Tre i segnalati alle competenti Prefetture quali assuntori di sostanze stupefacenti: un 18enne di Milano, un 36enne di Bergamo ed un 47enne chiavennasco.

ARRESTO A PIANTEDO

car

A Piantedo, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Chiavenna hanno individuato un’utilitaria guidata da un pregiudicato del luogo. Fermato e sottoposto a controllo, veniva trovato in possesso di circa un grammo di droga, tra cocaina ed eroina. I militari hanno poi esteso il controllo all’abitazione dell’uomo durante la quale sono stati trovati quasi 20 grammi di hashish ed un bilancino di precisione.

Ma la perquisizione ha permesso anche di rinvenire una pistola beretta semiautomatica completa di caricatore con otto colpi inserito e quindi pronta per essere usata; poco distante, un involucro di plastica, uno di quelli che si possono trovare nelle uova di cioccolato, stranamente pesante: all’interno erano contenuti altri otto colpi, pronti per essere presi e portati al seguito, stipati in un contenitore, a prima vista, assolutamente insospettabile. Considerato che l’uomo è pregiudicato, non poteva denunciarne il possesso ma nemmeno detenere legalmente armi e munizioni. Vista la quantità e la varietà di droga sequestrata nonché l’arma e le munizioni, sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi e munizioni.

Dell’arresto è stato informato il Pubblico Ministero di turno della Procura di Sondrio, Elvira Antonelli, che ne ha disposto gli arresti domiciliari in attesa di giudizio di convalida. L’udienza si è tenuta nei giorni successivi ed il G.I.P. Camnasio, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto per l’uomo l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136