Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Bolzano, furti a raffica e molestie: arresti della Polizia

Bolzano - Le Pattuglie della Squadra “Volanti” Polizia di Stato sono state chiamate più volte a fronteggiare furti e soggetti molesti all’interno di attività commerciali. Una prima chiamata alla Centrale Operativa della Questura attraverso il numero di emergenza “112 NUE”, con la quale veniva segnalato un furto in atto presso il Supermercato “EUROSPIN” di via Renon. Giunti in pochi minuti nel luogo indicato, gli Agenti hanno preso contatti con l’Addetto alla sicurezza del Supermercato, il quale è stato in grado di riferire nel dettaglio quanto accaduto: avendo notato dalle telecamere di videosorveglianza un cittadino extracomunitario che aveva occultato nella sua borsa vari prodotti prelevati dagli scaffali, ha deciso di fermarlo per un controllo. Gli Agenti di Polizia, dopo averlo preso in carico, hanno identificato l’individuo per tale H.M.E., 29enne cittadino marocchino in Italia senza fissa dimora e con una lunghissima lista di precedenti tra cui, furto, rapina, danneggiamento, interruzione di pubblico servizio, lesioni personali. Ai Poliziotti ha confermato candidamente di aver rubato vari prodotti dagli scaffali del Supermercato e, alla richiesta di riconsegnare la refurtiva, ha accettato senza reagire, consentendo agli Agenti di riconsegnarla al legittimo proprietario. Condotto negli Uffici di Largo Palatucci, H.M.E. è stato denunciato alla Autorità Giudiziaria per il reato di furto. Tenuti conto i precedenti del soggetto, nei suoi confronti il Questore della Provincia di Bolzano Paolo Sartori ha emesso un decreto di espulsione con Ordine di Allontanamento dal Territorio Nazionale.

Sempre presso lo stesso Supermercato di via Renon è stato segnalato alla Questura un altro furto in atto da parte di 3 soggetti. Gli equipaggi della Squadra “Volanti” inviati sul posto hanno preso subito contatto con l’addetto alla vigilanza, il quale ha spiegato ai Poliziotti di aver visto dall’impianto di video sorveglianza i tre soggetti che occultavano vari prodotti all’interno dei loro zaini. L’Addetto, a quel punto, dopo aver chiamato immediatamente la Polizia si è diretto verso l’uscita per bloccare i 3 malviventi, in attesa delle “Volanti”. I 3 – due uomini e una donna, in seguito identificati per tali A.B.R., tunisino di 28 anni con precedenti per interruzione di pubblico servizio; Z.M., cittadino marocchino di anni 23 con precedenti per rapina, danneggiamento, furto aggravato ed evasione, nonché M.G. 21enne bolzanina senza fissa dimora anch’essa gravata da precedenti per furto aggravato e lesioni personali – alla richiesta dei Poliziotti hanno aperto i loro zaini ammettendo di aver nascosto refurtiva consistente in vari prodotti, tra cui bevande alcoliche ed alimenti di vario genere. La merce rubata, non essendo stata danneggiata, è stata restituita al personale del Supermercato, mentre i tre soggetti sono stati condotti presso la Questura, dove, al termine degli atti di Polizia Giudiziaria, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica per furto in concorso.
Nei confronti dei 2 cittadini extracomunitari il Questore della Provincia di Bolzano Paolo Sartori ha emesso altrettanti DECRETI di ESPULSIONE con Ordini di Allontanamento dal Territorio Nazionale, mentre la pregiudicata bolzanina è stata colpita dalla Misura di Prevenzione Personale del Foglio di Via Obbligatorio, con divieto di far ritorno nel Comune di Bolzano per i prossimi 3 anni.

Invece sabato scorso, al numero di emergenza “112 NUE” è giunta una richiesta di intervento a causa di una persona molesta che stava minacciando la responsabile del Supermercato “EUROSPAR” di Via Roma. Gli equipaggi della Squadra Volanti sono giunti immediatamente sul posto; la responsabile dell’attività commerciale ha spiegato che il soggetto molesto – poi identificato per tale I. N., cittadino rumeno di anni 42 con precedenti penali e/o di Polizia per rissa, rapina aggravata, violazioni del DASPO urbano emesse a Padova – oltre ad aver avuto un atteggiamento molesto nei suoi confronti, l’aveva anche offesa e minacciata con frasi del tipo “ti ammazzo”. Dopo aver riportato la calma all’interno del Supermercato, l’uomo è stato condotto in Questura. Qui, conclusi i necessari accertamenti, I. N. è stato denunciato alla Autorità Giudiziaria per il reato di minaccia. Nei suoi confronti il Questore della Provincia di Bolzano Paolo Sartori ha emesso la Misura di Prevenzione Personale del Foglio di Via Obbligatorio, con divieto di far ritorno nel Comune di Bolzano per i prossimi 4 anni.

Altro intervento delle Polizia di Stato di Bolzano
Nella tarda serata di ieri, per tramite del numero di emergenza “112 NUE” è giunta alla Centrale Operativa della Questura una richiesta di aiuto da parte di un uomo che riferiva di trovarsi in via Combattenti e di essere stato molestato ed aggredito da parte di alcuni ragazzi.
Immediatamente giunti sul posto indicato, i Poliziotti, non rintracciando in zona alcuno dei giovani segnalati, hanno cercato di approfondire con la “vittima” quanto accaduto poco prima.
Il racconto confuso e contraddittorio dell’uomo ha indotto così gli Agenti ad approfondire chi fosse costui. Ed a questo punto è emerso con sorpresa dei Poliziotti che il soggetto – M. G., bolzanino di 67 anni con a proprio carico numerosi precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura e gravità, quali ricettazione, resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali, furto, furto aggravato, furto in abitazione, possesso ingiustificato chiavi alterate o grimaldelli e violazione di domicilio – era ricercato in quanto doveva scontare una condanna ad 1 anno e 8 mesi di reclusione con un Ordine di Carcerazione recentemente emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Venezia per una ricettazione commessa in Veneto tempo addietro.
L’uomo, spesso notato bivaccare e creare problemi in Piazza Mazzini, lo scorso maggio era stato colpito dalla Misura di Prevenzione Personale dell’Avviso Orale emessa dal Questore della Provincia di Bolzano Paolo Sartori in quanto, alla guida della sua vettura, si era sottratto a un controllo di Polizia, provocando nel contesto alcune lesioni ad un Agente della Polizia Municipale.
Così M. G. è stato condotto presso la locale Casa Circondariale dove sconterà la pena alla quale è stato condannato.
Ultimo aggiornamento: 24/06/2024 15:26:17
POTREBBE INTERESSARTI
Per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni
Ric4rche in corso da parte dei vigili del fuoco di Riva del Garda
A causa di un incidente ad Artogne, strada chiusa in mattinata
Bolzano - Prosegue incessantemente l’operato dell'Arma dei carabinieri di Bolzano e della Guardia di Finanza. Non...
Bolzano - La Squadra Mobile, a seguito di diverse denunce di furti commessi nei negozi all’interno dei centri...
ULTIME NOTIZIE
Trento – La Dolomiti Energia Trentino inizierà il suo percorso europeo con un grande classico, ossia la lunga trasferta...
Pinzolo (Trento) - Per la seconda estate consecutiva il Torino Football Club 1906 sceglie Pinzolo per il ritiro...
Milano - L’arbitrato CAM è più rapido e può risultare più conveniente di una causa civile ordinaria. Sfatato, dunque, il...