Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Blitz della Polizia Stradale sulla A22 a Lavis: individuato camionista ubriaco

martedì, 4 agosto 2020

Lavis – Una pattuglia della Polizia Stradale in servizio sulla tratta autostradale “A22” del Brennero è intervenuta, presso l’area di servizio Paganella ovest,  in  territorio comunale di Lavis (Trento), ove erano state segnalate due uomini, in evidente stato di alterazione, aggirarsi nel posteggio dei mezzi pesanti.

polizia stradaleGiunti sul posto gli agenti della Polstrada ha identificati i due, risultati poi essere autisti di mezzi pesanti, entrambi di nazionalità ungherese di 35 e 36 anni, conducenti di veicoli sottoposti, poco prima, a fermo amministrativo da altra pattuglia della Polizia Stradale per violazione dell’articolo 6 comma 1, 12 del C.d.S. (circolazione in giornate di divieto).

La pattuglia, in considerazione di quanto segnalato, li invitava a mantenere un atteggiamento corretto ed a non creare turbamenti. Nell’immediato gli Agenti della Polstrada ricevevano dai due uomini l’assicurazione che si sarebbero recati nelle rispettive cabine per consumare la cena e poi coricarsi.

Verso le 19,30, un’altra pattuglia della Stradale veniva avvisata dalla sala operativa di una persona che procedeva a piedi barcollante sulla corsia di emergenza in direzione sud, creando turbativa alle auto in transito. Mentre gli Agenti si portavano nel luogo indicato dalla segnalazione, alcuni utenti di passaggio, vista la situazione accompagnavano l’uomo in un’area di sosta adiacente la corsia d’emergenza. Giunti sul posto gli agenti, con non poca sorpresa scoprivano che l’uomo che vagava in autostrada non era altro che quello già fermato ed identificato poco prima nell’area di servizio Paganella Ovest.

Lo straniero, in evidente stato confusionale dovuto all’abuso di sostanze alcoliche, dopo essere stato visitato, sul posto, da personale sanitario del “118”, veniva accompagnato all’ospedale Santa Chiara di Trento, dove veniva dimesso verso mezzanotte.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136