Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Rinnovata la tradizione del Mondo Contadino a Roncone

Sella Giudicarie (Trento) - La tredicesima edizione di Mondo Contadino che si è svolta negli spazi accanto al lago di Roncone a Sella Giudicarie (Trento), piccolo specchio d’acqua insignito della Bandiera blu, si è confermata storica vetrina della ruralità e della produzione agro-zootecnica della Valle del Chiese, che ha rappresentato anche la conclusione del Festival del Formai da Mót, giunto alla sua quarta edizione.


Due giorni di festa dedicati alla ruralità, ai formaggi, ai prodotti a Km zero della Valle del Chiese, è questa la 13^esima edizione di Mondo Contadino, la kermesse ha riscosso un grande successo di pubblico, che ha aderito a tutte le attività proposte durante la due giorni sulle sponde del Lago.


Mondo Contadino” è un appuntamento organizzato dal Comune di Sella Giudicarie con la Pro loco di Roncone, l’Unione Allevatori Val del Chiese e la collaborazione di Azienda per il Turismo Madonna di Campiglio, volto a promuovere e valorizzare il territorio, le tradizioni e i prodotti della valle.

Una prima stima parla di oltre 4000 persone presenti all’evento.


Fiore all’occhiello è stata la tradizionale mostra bovina indetta dalla Federazione provinciale Allevatori e dall’Unione Allevatori Val del Chiese e che in questa edizione ha presentato 218 mucche suddivise in 4 razze: Bruna, Frisona, Pezzata Rossa e Rendena, appartenenti a 26 diversi allevatori. Vincitrici della rassegna e quindi incoronate reginette sono: per la razza Bruna Lilie (Azienda agricola Amistadi Fiore); per la razza Frisona Vilma (Azienda agricola Thomas Valenti - nella foto); per la razza Pezzata Rossa Eva (Azienda agricola Nilo Pelanda) e per la razza Rendena Havana (Azienda agricola Luca Radoani).


Ha trovato la sua conclusione anche la quarta edizione del Festival Formai da Mót, dove i veri protagonisti sono stati i formaggi prodotti in quota dalle malghe della Valle del Chiese che hanno aderito all’iniziativa: Malga Avalina, Malga D’Arnò, Malga Lodranega, Malga Stabolfresco (Sella Giudicarie), Malga Lavanech (Valdaone), Azienda Agricola “La Cügna”, Malga Romanterra (Borgo Chiese), Malga Capre e Malga Spina (Storo).


Due le categorie in gara: Formaggi freschi di malga 2023 e Formaggi stagionati di malga 2022. A valutare i formaggi una Giuria tecnica presieduta da Stefania De Carli, divulgatrice e formatrice in ambito agroalimentare, e una Giuria popolare che ha visto ben 250 votanti. Quest’ultima ha decretato vincitore per la categoria “freschi 2023” il formaggio prodotto da Malga d'Arnò mentre per la categoria “stagionati 2022” quello prodotto dall’Azienda agricola La Cügna.


Sicuramente più difficile il compito della Giuria tecnica che ha valutato i formaggi in base alle seguenti caratteristiche: vista, olfatto e gusto. Terminati gli assaggi, i tre tecnici hanno confermato l’esito della Giuria popolare: a pari punteggio per la categoria “freschi 2023” il formaggio prodotto da Malga d'Arnò e Malga Avalina mentre per la categoria “stagionati 2022” quello prodotto dall’Azienda agricola La Cügna.


Tra gli appuntamenti di grande interesse è stata anche la finalissima del gran torneo di sfalcio delle Giudicarie (tra i finalisti delle competizioni delle feste dell’Agricoltura di Caderzone Terme e la gara di sfalcio di Roncone) che ha messo in competizione vecchie e nuove generazioni nell’antica tradizione della fienagione. La gara di Roncone (Sella Giudicarie) è stata vinta da Ezio Valenti, mentre il trofeo è stato vinto da Timo Sartori che ha totalizzato il punteggio più alto nella somma delle due competizioni. Novità di questa edizione è stata la partecipazione di due esperte: Elida Amistadi e Luigia Bonazza, e quindi la creazione della categoria femminile.


Due giornate intense, dunque, dove il buon esito dell’evento si deve alla collaborazione di tantissime persone e associazioni: tutte le realtà di volontariato di Sella Giudicarie, i vigili del fuoco di Roncone, l’oratorio, i carabinieri in congedo della Valle del Chiese e la Pro loco di Roncone.

Ultimo aggiornamento: 18/09/2023 23:54:23
POTREBBE INTERESSARTI
Originario di Vigo di Cavedine, sarà ordinato domani dal vescovo Lauro Tisi
Rovereto (Trento) - Stato di agitazione all’ex Logrò, proclamato da Flai Cgil e Fai Cisl, dopo il voto unanime...
La direttrice di Apt, Daniela Vecchiato: "Manifestazioni per tutti i gusti"
Interventi sulla vecchia palestra e realizzazione di una nuova
Il sindaco Gian Battista Pasquini ha nominato la Giunta: assessori Marco Fanetti e Maruska Poletti
Gli appuntamenti con l'"Officina Culturale di San Salvatore"
ULTIME NOTIZIE
Al 19enne contestate ben 11 rapine a studenti minorenni
Merano (Bolzano) - Controllo straordinario dei carabinieri della Compagnia di Merano, con ben 13 pattuglie, procedendo...