Ad

w

Ad
Ad


Ripartenza turistica e grande attrazione del Bernina Express, Bernasconi: “Serve flessibilità”

sabato, 22 maggio 2021

Tirano – Riaperture e ripartenza del turismo. Il Bernina Express è pronto ad accogliere i turisti e i gruppi, ci sono numerose prenotazioni per la gita sul trenino rosso che unisce Tirano e St.Moritz passando dal Bernina e in paesaggi incantevoli. I treni sono tornati a circolare regolarmente, il servizio è utilizzato prevalentemente dai lavoratori, mentre a livello turistico è possibile viaggiare tra Italia e Svizzera, tra Valtellina e Canton Grigioni, ma è previsto dalle attuali norme il tampone negativo 48 ore prima del rientro in Italia, quindi i turisti attendono che venga superato quel vincolo, imposto dalle norme Covid, per tornare a viaggiare tra i due Paesi.

Attualmente la Confederazione Elvetica ha un numero limitato di positivi e si sta avvicinando all’area B, paragonabile all’area bianca italiana. Il vincolo del tampone cadrà – quindi ci si potrà spostare tranquillamente pur con i vincoli del distanziamento e dell’obbligo della mascherina – quando la Svizzera entrerà in area B, oppure con l’Italia in area bianca o ancora con il green pass che sarà introdotto a giugno. L’ipotesi per viaggiare liberamente tra i due Stati è per la prima decade di giugno, ma con il trend attuale di riduzione di positivi al Covid sia in Svizzera che in Italia potrebbe essere anticipato.

Il Bernina Express è una meta molto ambita e richiesta per una gita di un giorno dagli italiani, un itinerario in un ambiente e bellezze naturali davvero uniche e a prezzi molto favorevoli. I segnali che giungono da agenzie e tour operator vanno in una direzione ben precisa: gli italiani hanno voglia di tornare a viaggiare, compiere gite e tra le attrazioni spicca il “trenino rosso”, con il collegamento da Tirano a St. Moritz. 

“Il fascino della gita sul Bernina Express – spiega Enrico Bernasconi (nella foto), responsabile per l’Italia della Ferrovia Retica – è rimasto intatto e abbiamo crescenti richieste, oltre a un numero di prenotazioni, soprattutto di gruppi, che saranno programmati con la ripartenza”. La Ferrovia Retica punta sulla ripartenza con tutte le misure di sicurezza e l’estate 2021 si annuncia di forte ripresa turistica. “I segnali che abbiamo – aggiunge Enrico Bernasconi – sono di una forte ripresa in estate, quindi chiediamo disponibilità per riuscire a soddisfare tutti”. E’ già stata avviata una programmazione per i gruppi dalla riapertura prevista per giugno, ma per esaurire tutte le prenotazioni si andrà anche oltre il 2022. “Siamo pronti – conclude Bernasconi – alla ripartenza, ma serve una grande disponibilità e flessibilità da parte dei turisti e delle agenzie viaggio organizzatrici”.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136