Informativa

Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per le finalità di esperienza, misurazione e marketing (con annunci personalizzati) come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni.
Usa il pulsante “Accetta” per acconsentire. Usa il pulsante “Rifiuta” per continuare senza accettare.

-

Vela, sul Garda è tempo di Childrenwindcup

Gargnano - Domani a Bogliaco di Gargnano (lago di Garda) non ci sarà la grande folla, come nelle passate tredici edizioni. Sarà una festa simbolica per ricordare la Childrenwindcup, una delle ultime feste di questa strana estate dopo il lungo lockdown e la lenta ripresa di tutte le attività sociali e sportive. Ma la Children, seppur in piccolo e con pochissimi testimonial, si farà.

Come sempre sotto l'egida della Associazione Bambino Emopatico, del Circolo Vela Gargnano e Yacht Club Cortina d'Ampezzo, Fondazione Terzo Pilastro-Internazionale, i partner logistici e sociali di Confcooperative Brescia, Visit Brescia-Brescia Tourism, Consorzio lago di Garda Lombardia, Eway-Garda Uno Lab.


Sarà una partecipazione ad inviti, una simbolica rappresentanza dei ragazzi dei Reparti di Onco Ematologia Pediatrica dell'Ospedale dei Bambini di Brescia con alla testa il dottor Fulvio Porta, una rappresentanza ristretta di Volontari, Operatori socio Sanitari, Infermieri e Medici del Civile di Brescia, i ragazzi del progetto sociale Legamileali che dal prossimo anno collaboreranno in occasione delle regate del Circolo Vela Gargnano. Non mancherà una gita in barca con la nuovissima "Stradivaria" messa a disposizione della famiglia cremonese dei Rossi (Ivan, Luca e Lorenzo), un Grand Soleil 43 di 13 metri di lunghezza.


La festa potrà essere seguita sulla pagina FB di Abe Brescia e di Circolo vela Gargnano – Centomiglia. Festa intima ma non per questo meno importante, l'occasione per tutti per raccontare le proprie esperienze maturate nelle prime 13 edizioni di questo grande progetto di vela terapia. Con lo sport che può e deve essere un veicolo di vicinanza e di aiuto verso il prossimo, un modo privilegiato per regalare un sorriso ed un’opportunità a coloro che ne hanno più bisogno: nel caso di specie, ai piccoli pazienti emopatici dell’Ospedale dei Bambini di Brescia e le loro famiglie.

Ultimo aggiornamento: 12/09/2020 00:48:50
POTREBBE INTERESSARTI
Lo stadio di Carciato ospita il confronto con l’Anaune Val di Non
Nella sede del Coni la cerimonia: l'elenco dei "rappresentanti" della provincia a Parigi 2024
Mondiali della Vela Giovanile sul Garda per 418 velisti da 70 nazioni
ULTIME NOTIZIE